In giro di notte insieme a Carl Brave x Franco126: la recensione del concerto al Rock in Roma

In giro di notte insieme a Carl Brave x Franco126: la recensione del concerto al Rock in Roma

Quando Carl Brave x Franco126 hanno cominciato a registrare le loro prime canzoni insieme e a pubblicarle su YouTube, probabilmente non s'aspettavano minimamente che potessero arrivare a così tanta gente. Invece in una manciata di mesi le "Polaroid" sono diventate virali - e non solo a Roma, dove sono tutte ambientate. Da quando è uscito l'album, non si sono praticamente mai fermati: nuovi singoli, l'album solista di Carl Brave, l'album solista di Franco126 (sta per uscire) e soprattutto parecchi concerti. Dopo un tour invernale nei club che ha fatto registrare tutti sold out, i due cantautori tornano ora in pista, per un altro round. Il tour estivo è partito lo scorso 6 luglio da Perugia e ieri sera ha fatto tappa al Rock in Roma: il duo è tornato così ad esibirsi nella sua città dopo le quattro date all'Atlantico dello scorso febbraio e per l'occasione Carl Brave e Franco126 messo su uno spettacolo concepito come una festa per brindare ai traguardi raggiunti negli ultimi mesi, con scenografia e scaletta pensate appositamente per questo concerto, qualche sorpresa e parecchi ospiti.

Sullo sfondo c'è Roma, nel vero senso della parola. Sugli schermi alle spalle del palco si rincorrono squarci della Capitale, gli stessi che i due cantautori fotografano nei testi delle loro canzoni. Non è la Roma delle cartoline, però, ma quella vissuta ogni giorno dai ragazzi della loro generazione: tombini tatuati S.P.Q.R., americane alla John Cabot, il Tevere che pare un oceano, Villa Pamphilj così verde che pare l'Amazzonia, sciarpe della Roma legate ai lampioni, gabbiani che frugano nei sacchi della monnezza, la solita vecchia Santa Maria, il 19 che non passa. È un racconto quasi neorealista, che si concentra sui piccoli dettagli, quelli apparentemente più insignificanti ma che permettono a Carlo e Federico di raccontare la loro città e la loro generazione in maniera credibile, originale e per niente banale: "Stacco un'aletta dal pacchetto delle Lucky Strike / lei cicca dentro la lattina di una Coca Light / non so che scrive, le mando un messaggio con gli smile / metti domani tornerai, seh hai visto mai", cantano in "Lucky Strike", in coro con il pubblico.

Il tour notturno nella Roma di Carl Brave e Franco126 parte da "Solo guai": "Birre come da copione, sigherette (sic) a colazione / in piazza una chitarra suona sempre la stessa canzone / asfalto caldo brucia le mie suole / mio padre mi racconta un'altra Roma, il bagno al Fontanone". Una dietro l'altra, poi, a scaldare il pubblico arrivano "Cheregazzina", "Tararì tararà", "Perfavore" e "Medusa". "Ao, ve state a divertì?", chiede Franco dal palco. Bastano i primi versi delle canzoni per far partire i cori, come su "Polaroid". "Galoppiamo in SH, 'nnamo in sella / lei è bella bella peccato che è lella / perché piangi alla patente pora stella / t'hanno bocciata perché sei partita in terza".

Su "Fotografia" Franco126 lascia il palco a Carl Brave, che ne approfitta per far ascoltare alcune canzoni del suo album solista, "Notti Brave", uscito lo scorso maggio: non ci sono Francesca Michielin e Fabri Fibra, che nel disco cantano il pezzo insieme a Carl, ma il pubblico sembra apprezzare comunque. In "Chapeau" arriva invece Frah Quintale, che entra a gamba tesa sul ritornello, a sorpresa, e lo fa decollare. Giorgio Poi, tornato da poco dagli Stati Uniti (ha recentemente aperto le date del tour dei Phoenix), fa il suo ingresso in punta di piedi su "Camel Blu", un'altra canzone contenuta in "Notti Brave", che chiude la prima parentesi del concerto dedicata all'album di Carl.

Con "Noccioline", seguita da "Alla tua", "Argentario" e "Avocado", si torna alle "Polaroid". Anche Franco, però, si prende i suoi spazi: su "Non è un gioco" e "Misentomale" condivide il palco con Pretty Solero e Ketama126, due dei suoi compagni di crew. Carl lo raggiunge di nuovo per uno dei momenti più significativi dell'intero concerto, il duetto con Noyz Narcos su "Borotalco": è l'incontro tra la vecchia guardia e la nuova generazione, tra una vera e propria leggenda dell'hip hop capitolino e due giovani promesse che hanno preso il connubio tra hip hop e cantautorato e lo hanno portato ad un livello superiore, unendo le chitarre acustiche e i fiati e all'autotune e ad un rap che è praticamente cantato. "Fate n'applauso a 'sti mostri. Sta città è importante e c'è bisogno che qualcuno la porti in alto sempre", dice Noyz.

"Interrail", il singolo che Carl Brave e Franco126 hanno pubblicato lo scorso dicembre insieme a Frenetik & Orang3, apre la parte finale della scaletta. Sul romanticismo urban di "Noi" le atmosfere si fanno più sdolcinate: "L'ho scritta per una persona che sta qui in mezzo a voi", sussurra Carl, "chi c'ha una sigaretta?". Una ragazzina in prima fila gliela porge, lui scende e se la va a prendere. Ma c'è spazio ancora per qualche ospite: Emis Killa affianca Carl Brave su "Bretelle", mentre Federica Abbate raggiunge i due cantautori sul palco per "La cuenta". Gli applausi e i cori più forti, però, sono tutti per Coez (che la scorsa settimana, proprio al Rock in Roma, si è esibito di fronte a quasi 33.000 spettatori) e per l'uno-due "Parco Gondar"-"Barceloneta".

Siamo ormai arrivati alla fine della passeggiata notturna. Carl Brave e Franco126 decidono di salutarci con le canzoni che forse sintetizzano più di tutte la loro poetica e il loro immaginario, "Enjoy", "Sempre in due" e soprattutto "Pellaria", un inno generazionale che lasciano cantare al pubblico, con non poca soddisfazione negli occhi: "Na na, ancora che stamo pe' l'aria / ancora che stamo pe' l'aria / ancora che stamo pe' l'aria, eh eh!".

di Mattia Marzi

SCALETTA:
"Solo guai"
"Cheregazzina"
"Lucky Strike"
"Polaroid"
"Tararì tararà"
"Perfavore"
"Medusa"
"Fotografia"
"Pub crawl"
"Chapeau" (con Frah Quintale)
"Camel Blu" (con Giorgio Poi)
"Noccioline"
"Alla tua"
"Argentario"
"Avocado"
"Non è un gioco" (Franco126 con Pretty Solero e Ketama)
"Misentomale" (Pretty Solero)
"Borotalco" (con Noyz Narcos)
"Interrail"
"Noi"
"Vita"
"Bretelle" (con Emis Killa)
"Parco Gondar" (con Coez)
"Barceloneta" (con Coez)
"La cuenta" (con Federica Abbate)
"Enjoy"
"Sempre in due"
"Pellaria"

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.