Florence Welch parla della sorella e di quella volta che (ubriaca) vide il primo concerto di Adele

Florence Welch parla della sorella e di quella volta che (ubriaca) vide il primo concerto di Adele

Florence Welch, che ha pubblicato il suo ultimo album “High as Hope” solo qualche giorno fa, è stata ospite di John Kennedy su Radio X, tra le altre cose ha rivelato che la canzone "Grace", è dedicata e parla della sorella minore. Questo il primo verso del brano: "Scusa se ho rovinato il tuo compleanno".

Florence ha detto:

"E’ mia sorella, è la mia sorellina e le ho rovinato molti dei suoi compleanni. L’ho suonata per lei. Non gliel’ho mai detto perché siamo inglesi e non ci diciamo che ci amiamo. Facciamo battute. Ma l'ho suonata per lei e lei ha pianto. E abbiamo avuto un'educazione davvero caotica e io ho avuto un sacco di problemi con alcol e droghe e con tutto quello che puoi nominare".

Florence Welch, che ora si è ‘ripulita’, ha detto che ora, guardandosi indietro, ha capito che sua sorella "non ha nemmeno avuto la possibilità di essere una sorellina perché doveva essere una sorella maggiore per la maggior parte del tempo. Un mio grande rimpianto è il non essere stata una sorella maggiore, la amo davvero tanto".

La cantautrice inglese ha anche ricordato di aver visto Adele esibirsi per la prima volta quando hanno condiviso una serata alla Lock Tavern di Londra.

"Ero la prima sul palco ed ero così ubriaca che ho solo urlato e poi sono caduta. Poi ricordo di aver visto Adele suonare e non avevo mai sentito una voce del genere. Ricordo che mi dissi: ‘Cazzo. Questa è incredibile. Dammi da bere.'"

Caricamento video in corso Link
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.