Ed Sheeran, è successo di nuovo: chiesto un risarcimento da 100 milioni di dollari per un presunto plagio di Marvin Gaye - ASCOLTA

Ed Sheeran, è successo di nuovo: chiesto un risarcimento da 100 milioni di dollari per un presunto plagio di Marvin Gaye - ASCOLTA

La storia, per la verità, non è nuovissima: già nel 2016 Ed Sheeran fu citato in giudizio dalla famiglia di Ed Townsend, coautore - insieme a Marvin Gaye - del brano "Let’s Get It On", che - secondo gli eredi dell'artista e collaboratore dell'immortale soul/r'n'b - presenterebbe somiglianze sospette con "Thinking Out Loud", la hit del cantautore britannico pubblicata nel 2014 all'interno dell'album "X". Oggi, riferisce TMZ, a rivolgersi alla corte di giustizia inseguendo un cospicuo risarcimento è anche la Structured Asset Sales, società di investimento americana che ha acquistato un terzo dei diritti d'autore di "Let’s Get It On".

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link

Sempre secondo TMZ, la quota di royalties rilevata dalla società sarebbe parte di quella un tempo detenuta dallo stesso Townsend (scomparso nel 2003), e quindi la richiesta di risarcimento sarebbe riferibile a un terzo del totale del diritto d'autore: al momento non si hanno notizie né dalla famiglia di Gaye - che non ha esitato a procedere per via legali (tra l'altro ottenendo riscontri) nei confronti di Robin Thicke, Pharrell Williams e Clifford Harris Jr. per "Blurred Lines" - né da Sheeran, il cui staff per il momento ha preferito non rilasciare dichiarazioni ufficiali.

Dall'archivio di Rockol - presenta dal vivo "÷" a Milano
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
FRANCESCO DE GREGORI
Scopri qui tutti i vinili!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.