NEWS   |   Italia / 22/06/2018

La Campania Music Commission presenta il Comitato Scientifico

La Campania Music Commission presenta il Comitato Scientifico

La Campania Music Commission (CMC) ha presentato ieri i componenti del suo Comitato Scientifico, che supporterà le attività della CMC E sarà composto da Sergio Brancato (professore ordinario di Sociologia e Storia dei Media Università Federico II di Napoli), Paolo Del Vecchio (avvocato dello Stato), Alberto M. Gambino (professore ordinario di diritto privato e Prorettore UniEur), Alex Giordano (docente di Comunicazione, Marketing e Pubblicità presso l’università Federico II di Napoli), Sebastiano Maffettone (professore ordinario di Filosofia Politica e Preside Facoltà di Scienze Politiche Università Luiss di Roma), Lello Savonardo (professore di Comunicazione e culture giovanili Università Federico II e coordinatore del Comitato Scientifico), Pasquale Scialò (compositore, musicologo e docente in prima fascia di Pedagogia della musica presso il conservatorio “G. Martucci” di Salerno e di Musicologia e Storia della Musica presso l’Università S. Orsola Benincasa di Napoli), Luciano Stella (fondatore e ceo di Mad Entertainment), Giorgio Ventre (professore ordinario di Reti di Calcolatori presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione dell'Università degli Studi di Napoli Federico II e Direttore Scientifico della Apple Developer Academy) e Ferdinando Tozzi (fondatore e presidente CMC, avvocato e giurista esperto di diritti di autore). 

“Un gruppo di professionisti” - spiega il presidente della CMC Ferdinando Tozzi – “che possono aiutarci a crescere ancor di più individuando, grazie alle loro elevatissime competenze, le linee guida delle attività della CMC, che dopo due anni di attività è sempre più snodo tra il territorio e l'industria nazionale. La Campania Music Commission vuole essere qualcosa di sempre più concreto e duraturo per la valorizzazione e la crescita della produzione musicale del nostro territorio”.

La CMC ha l’obiettivo di “federare” e creare reti e svolge funzioni di Music Advisory Board con una costante call to action delle migliori forze private e pubbliche al fine di promuovere chi fa musica in Campania.