Robert Plant e quel no a ‘Game of Thrones’: ‘Mi hanno offerto una parte, ma non ho tempo di farmi crescere la barba’

Robert Plant e quel no a ‘Game of Thrones’: ‘Mi hanno offerto una parte, ma non ho tempo di farmi crescere la barba’

Nel corso di un’intervista al The Strombo Show condotta da George Stroumboulopoulos, la già voce dei Led Zeppelin, Robert Plant, ha raccontato di quando la squadra della celebre serie statunitense “Game of Thrones” gli offrì una parte nella saga, ma lui rifiutò. Pare che la produzione ancora non avesse pensato a un personaggio specifico per lui: “Penso che avrei dovuto salire a cavallo e mettermi in posa”, spiega, scherzando, Plant. E aggiunge: “Non ho il tempo di farmi crescere la barba, davvero, quindi no”. 

Il motivo per suo rifiuto, però, è un altro: “Non volevo essere stereotipato!”, risponde, raccontando, però, di aver subito il fascino dell’Islanda, terra dove sono state girate alcune stagioni di “Game of Thrones” e dove i Led Zeppelin si sono recati in occasione di uno scambio culturale. L’iconico cantante di “Stairway To Heaven” lo ricorda così:

Tornando indietro a "Immigrant Song", i Led Zeppelin hanno partecipato a uno scambio culturale in Islanda con il governo islandese, non sapevano bene a cosa erano stati invitati sulla loro piccola isola e così, sull’aereo di ritorno, ho iniziato a pensarci…perché amo la storia dell’Europa occidentale, sai, da forse l’Età del bronzo fino alle antiche religioni di quando eravamo davvero in contatto con la nostra Terra e dunque era ovvio che il pensiero andasse ai Vichinghi, così come all’intera idea di suonare in Islanda e vivere quel fantastico paesaggio e quelle persone.

Se Plant avesse accettato di comparire nella serie record di telespettatori il suo cameo si sarebbe aggiunto a quello di altri nomi del mondo della musica e non solo. Sono, infatti, apparsi nella saga il batterista dei Coldpaly Will Champion, la band dei Sigur Ros, gli islandesi Of Monsters and Men, il cantautore britannico Ed Sheeran e il giocatore di baseball statunitense Noah Syndergaard.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.