I Wanna Rock all summer: 5 curiosità sugli Alice in Chains

I Wanna Rock all summer: 5 curiosità sugli Alice in Chains

Gli Alice In Chains si formano a Seattle all’inizio del 1987, ma è solo nell’aprile del 1989 che il gruppo firma un contratto discografico con la Columbia, dopo essere stato rifiutato da diverse altre etichette. Il primo disco è un classico: "Facelift" è uno dei simboli dell'era del grunge.
La band è rimasta attiva anche dopo la morte del carismatico leader Laine Staley, trovato morto per overdose nella sua casa di Seattle nell’aprile 2002.
Ecco cinque cose che forse non sapete sul gruppo:

  1. Una delle canzoni più belle del gruppo, "Got me wrong" (dall'EP acustico "SAP" del 1992) è stata inclusa nella colonna sonora di "Clerks" e riletta in chiave jazz dal pianista Brad Mehldau.
  2. Proprio in quell'EP Jerry Cantrell, chitarrista e co-leader del gruppo, iniziò anche a cantare, affiancando Staley. Ora, dopo la morte di Stailey, la voce principale è quella di William DuVall ma Cantrell continua a cantare.
  3. I Pearl Jam hanno dedicato una canzone "segreta" a Stailey: si intitola '4/20/02', come la sua data di morte ed inizia  4 minuti e 20 secondi dopo 'Bee Girl', l'ultimo brano della raccolta di rarità "Lost dogs".
  4. Anche la band ha dedicato un brano a Staley: "Black Gives Way to Blue", title track del disco del ritorno del gruppo, del 2009.
  5. Stailey ha militato anche nel supergruppo Mad Season, con Mike McCready dei Pearl Jam, John Baker Saunders dei Walkabouts e Barrett Martin degli Screaming Trees.

 GLI ALICE IN CHAINS  SONO PROTAGONISTI DI I WANNA ROCK: SCOPRI IL CATALOGO A PREZZO SPECIALE

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.