Black Sabbath, Ozzy Osbourne e Tony Iommi aprono a una reunion nel 2022

Black Sabbath, Ozzy Osbourne e Tony Iommi aprono a una reunion nel 2022

Il frontman e il chitarrista della band di "Paranoid" non hanno escluso l'eventualità di rimettere insieme i Black Sabbath nel 2022, quando la città natale del gruppo, Birmingham, ospiterà la ventiduesima edizione dei Giochi del Commonwealth, manifestazione sportiva modellata sui moderni giochi olimpici riservata ai paesi aderenti all'organizzazione intergovernativa delle nazioni appartenenti o in passato legate all'ex impero britannico.

Il primo a dimostrare entusiasmo per l'idea - che potrebbe vedere la formazione protagonista della cerimonia di apertura o chiusura dei giochi - è stato Ozzy Osbourne, che intervistato dall'emittente televisiva ITV News ha dichiarato senza mezzi termini: "Sarebbe fantastico. [Lo farei] Coi Black Sabbath o per conto mio. Alla fine siamo tutti i Birmingham".

La risposta di Iommi non si è fatta attendere. Intervistato dal Birmingham Mail, il chitarrista ha dichiarato: "Credo sia una gran bella cosa fornire il proprio contributo a rappresentare Birmingham. Io ci sono. Vediamo cosa succederà".

La disponibilità dei due, tuttavia, non basta ad assicurare il ritorno del gruppo, che ha chiuso - almeno per il momento - la propria carriera alla Genting Arena, sempre a Birmingham, nel febbraio del 2017, e portato sullo schermo dal rockumentary "The End Concert", distribuito a partire dallo scorso novembre. Il bassista Geezer Butler, il terzo elemento della formazione originale rimasto in attività dopo l'estromissione dalla reunion dl 2011 del batterista Bill Ward, rimpiazzato da Tommy Clufetos dal vivo e dal già Rage Against the Machine Brad Wilk in studio, si è sempre dichiarato riluttante a un eventuale ripresa delle operazioni: "Ozzy sta facendo il suo tour d'addio alle scene, e ne avrà per altri due o tre anni, quindi non credo ci sia la possibilità", aveva dichiarato a Fullmetaljackie Butler, "Quindi non credo che ci siano tante opportunità di fare reunion, anche estemporanee, e francamente a me va bene così. Ci siamo ritirati al meglio, e penso sia un bene non riprovarci".

Dall'archivio di Rockol - Paranoid, Il capolavoro dei Black Sabbath
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.