NEWS   |   R'n'B / hip hop / 19/06/2018

In morte di XXXTentacion: gli omaggi di Kanye West e Travis Barker (Blink-182), i progetti con Skrillex e Diplo

In morte di XXXTentacion: gli omaggi di Kanye West e Travis Barker (Blink-182), i progetti con Skrillex e Diplo

Uno dei più grandi talenti della sua generazione: queste la parole più usate dalla comunità musicale statunitense per piangere la morte di XXXTentacion, trap star uccisa nel corso di una sparatoria la scorsa notte a Deerfield Beach, Florida, all'età di vent'anni. "Non ti ho mai detto quanto tu sia stato capace di ispirarmi: grazie per la tua esistenza", l'ha ricordato Kanye West, l'esponente della scena hip hop più in vista presso il grande pubblico tra i tanti che, nelle ultime ore, hanno riempito le proprie bacheche social di post per ricordarlo. La morte di Jahseh Dwayne Onfroy - questo il nome all'anagrafe dell'artista - non ha colpito solo il mondo del rap: "Sono senza parole", ha scritto sul proprio account ufficiale Instagram il batterista dei Blink-182 Travis Barker, che di XXXTentacion era stato ospite in studio per uno dei brani di "?", il suo secondo album pubblicato solo lo scorso mese di marzo: "Ci siamo parlati solo qualche settimana fa. Mi è piaciuto collaborare con te e considero un onore averti potuto considerarti un amico. Eri un vero artista, uno dei più fottutamente talentuosi della tua epoca. La tua musica vivrà per sempre".

L'espressione "vero artista" l'ha usata anche Diplo, al secolo Thomas Wesley Pentz, uno dei produttori pop più in vista della sua generazio in passato già al servizio di star come Drake, Snoop Dogg, Beyoncé, Justin Bieber, Rita Ora e Madonna (nonché recentemente impegnato nel remix di "Stay Open" per la nostra connazionale Levante): "Questo ragazzo era un genio, uno che ha giocato secondo le sue regole", ha scritto il Dj e producer sul proprio canale Instagram, "Aveva le sue colpe, ma era giovane e stava lavorando molto su sé stesso. Voleva essere migliore". Poi, la rivelazione: nonostante la sua seconda prova sulla lunga distanza fosse stata pubblicata solo tre mesi fa, XXXTentacion stava già pensando al seguito di "?".

"Ci siamo scritti lo scorso fine settimana", spiega Diplo: "Uno dei suoi obbiettivi era avere me e Skrillex per finire il suo nuovo album. L'avevo invitato a Los Angeles questa settimana, speravo che venisse. Ha usato ogni secondo della sua vita per creare [musica]. (...) Adoravo questo ragazzo. Sarebbe stato capace di fare molto di più di quanto non mi avesse promesso".

Nel frattempo l'ufficio della sceriffo della contea di Broward ha rivelato dettagli circa l'assassinio del rapper: stando alle prime ricostruzioni effettuate dalle autorità, il cantante sarebbe stato avvicinato da un SUV di colore scuro mentre, a bordo della sua auto, una BMW i8 nera, aveva appena lasciato una rivendita di motociclette, il Riva Motorsports. Dal fuoristrada sarebbero partiti diversi colpi d'arma da fuoco, alcuni dei quali andati a segno e risultati fatali alla vittima. Secondo alcune testimonianze raccolte il loco immediatamente dopo il fatto, uno dei due assalitori avrebbe prelevato dal veicolo del rapper una borsa firmata, per poi darsi alla fuga: mossa, questa, che farebbe pensare alla rapina come movente dell'omicidio. In mancanza di piste certe da battere per le indagini, le autorità hanno offerto una ricompensa pari a 3000 dollari a chiunque sia in grado di fornire elementi utili a dare un volto e un nome agli assassini di XXXTentacion:

Scheda artista Tour&Concerti
Testi