NEWS   |   Pop/Rock / 01/06/2018

I Flaming Lips e l’idea di dischi in vinile contenenti l'urina di Miley Cyrus

I Flaming Lips e l’idea di dischi in vinile contenenti l'urina di Miley Cyrus

In una nuova intervista rilasciata ad NME, il frontman dei Flaming Lips, Wayne Coyne ha parlato, tra le altre cose, dell'urina di Miley Cyrus. Nella lunga intervista, che potete leggere per intero qui, il gruppo formato ad Oklahoma City nel 1983 e ruotante attorno alla carismatica figura del leader Wayne Coyne, ha parlato di David Bowie, Post Malone, dei suoi piani per il futuro e, naturalmente, della passione che hanno i Lips di usare liquidi insoliti quando pubblicano i loro dischi su vinile.

In passato, come ha fatto notare NME, la band ha incluso della birra (prodotta dagli stessi Flaming Lips), e del sangue nelle copie in vinile dei loro album. Luke Morgan Britton di NME ha chiesto se ci fossero piani per qualche nuova bizzarra aggiunta ai loro prossimi vinili.

"....Non puoi davvero inventarti molto dopo aver inserito del sangue umano, ma forse quando la birra è la tua birra... la birra è stata creata appositamente per i Flaming Lips e ha la nostra influenza sul suo sapore e colore. Non è così folle come avere un po' del sangue di Erykah Badu e quello di Chris Martin nei tuoi dischi. Probabilmente non è così folle, ma comunque molto bello. L'ultimo disco a cui abbiamo collaborato come produttori è stato “Miley Cyrus e Her Dead Petz” di Miley Cyrus. Potremmo prendere una buona quantità di pipì di Miley, mischiarla con un po' di glitter e poi metterla dentro. Penso che sarebbe all'altezza. Non è vero?

Sì, lo facciamo

I Flaming Lips, che quest'anno festeggiano 35 anni di carriera, hanno pubblicato oggi loro prima raccolta ufficiale, "Greatest hits vol. 1": il disco, che ripercorrerà la carriera di Wayne Coyne e compagni dagli esordi fino ad oggi.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi