Dave Grohl ricorda Kurt Cobain: ‘Non riesco ancora ad ascoltare i Nirvana’

Dave Grohl ricorda Kurt Cobain: ‘Non riesco ancora ad ascoltare i Nirvana’

In una recente intervista concessa a GQ, il frontman dei Foo Fighters ha risposto ad alcune domande, che ciclicamente si ripresentano, sulla sua precedente band, i Nirvana, nella quale Dave Grohl ha militato come batterista prima della scomparsa di Kurt Cobain, avvenuta il 5 aprile 1994. Il musicista ha raccontato che ancora oggi fatica ad ascoltare le canzoni dei Nirvana, con queste parole:

Non metto i dischi dei Nirvana, no. Anche se sono sempre da qualche parte. Salgo in macchina, sono su. Vado in un negozio, sono su. Per me è molto personale. Ricordo tutto di quei dischi; ricordo i pantaloncini che indossavo quando li registravamo o che nevicava quel giorno.

Dopo la morte di Kurt, ricorda il leader della band di “Best Of You”, non solo Grohl ha smesso di ascoltare la musica legata al gruppo, ma ha preso le distanze da qualsiasi tipo di musica: “Per anni non ho potuto nemmeno ascoltare musica, per non parlare di una canzone dei Nirvana”. E aggiunge: “Quando morì Kurt, ogni volta che si accendeva la radio mi si spezzava il cuore”. Il rocker continua a seguire il filo dei ricordi:

I Nirvana, per me, sono stati una rivoluzione personale. Avevo 21 anni. Ti ricordi com’è avere 21 anni? Pensi di sapere tutto. Ma non lo sai. Pensavo di sapere tutto. E stare nei Nirvana mi ha mostrato quanto poco sapessi davvero. Sono stati alcune delle più alte vette della mia vita, ma anche, ovviamente, alcune delle più basse. Quelle esperienze sono diventate un fondamento e una base su come sopravvivere.

Anche oggi, spiega Grohl, capita che rileggendo i testi di Kurt emergano nuovi significati, che non aveva mai preso in considerazione: “Non è per sembrare revisionista, ma ci sono momenti in cui mi colpisce. Pensi ‘Wow, non avevo capito che si stesse sentendo il quel modo in quel momento’”.

Nei giorni scorsi anche la vedova di Cobain, Courtney Love, ha fatto una chiacchierata con lo stesso giornale, GQ, nella quale ha approfondito le conseguenze  di un pezzo scritto da Lynn Hirschberg sulla coppia di musicisti, per poi analizzare – smentendola – la diffusa credenza secondo la quale la voce dei Nirvana rifuggiva dal successo.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.