Cambiano i tempi, in Inghilterra Jazz FM diventa 'Smooth'

Cambiano i tempi, in Inghilterra Jazz FM diventa 'Smooth'
Il mercato discografico apre spazi crescenti ai crooner e al nuovo swing, al jive e alle ballad da ore piccole. Il termine generico di jazz, però, continua a risultare ostico alla massa degli ascoltatori, e gli operatori si comportano di conseguenza. 102.2 Jazz FM, per esempio, è il nome di una celebre radio londinese (appartenente al gruppo editoriale Guardian Media e ascoltata anche in Italia attraverso il satellite): ancora per poco, però, perché i proprietari dell’emittente hanno deciso di cambiarne il nome in Smooth FM, come del resto hanno già fatto quasi un anno fa nella regione nord-occidentale d’Inghilterra, proprio nel tentativo di allargare la base di ascoltatori.
Per promuovere il cambio di nome, che diverrà operativo entro i prossimi sei mesi, il gruppo Guardian ha già disposto una campagna multimilionaria (in sterline) che prevede affissioni e spot televisivi: l’obiettivo dichiarato è di far entrare l’emittente tra le prime cinque stazioni commerciali che operano nella zona di Londra.
A dispetto di chi ne critica le scelte spurie e lontane dalle sue origini, Jazz FM aveva già ottenuto dalle autorità competenti il permesso di cambiare “format” e allargare la sua programmazione musicale puntando su artisti di grido come Michael Bublé, Diana Krall e Alicia Keys accanto a classici come George Benson, Marvin Gaye e Stevie Wonder. “Ci spiace dire addio a Jazz FM”, ha commentato l’amministratore delegato di Guardian Media Group John Myers, “ma d’altra parte è altrettanto triste che in quindici anni di vita la radio non abbia mai prodotto profitti”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.