Tidal nega (ancora) l’accusa di aver manipolato i dati sullo streaming: ‘Abbiamo ingaggiato una società di sicurezza informatica per accertamenti’

Tidal nega (ancora) l’accusa di aver manipolato i dati sullo streaming: ‘Abbiamo ingaggiato una società di sicurezza informatica per accertamenti’

Difficile aspettarsi qualcosa di diverso da un diniego da parte della squadra di Tidal, accusata, nei giorni scorsi, di aver manipolato i dati degli streaming registrati dagli artisti Beyoncé e Kanye West sulla piattaforma che lega il suo nome al rapper Jay-Z. Dopo aver definito il report del giornale norvegese che ha sollevato il polverone una “campagna diffamatoria” e dopo aver accusato i giornalisti dietro all’inchiesta del Dagens Næringsliv di aver “rubato” e “manipolato” informazioni riservate, il gruppo Tidal torna a esprimersi su quanto emerso e lo fa per bocca del CEO Richard Sanders. Ribadendo la falsità delle scoop, Sanders parla anche di una “potenziale violazione dei dati”, chiarando che il servizio di streaming ha "ingaggiato una società indipendente di sicurezza informatica di parte terza per portare avanti una revisione di ciò che è accaduto e aiutarci a proteggere ulteriormente la sicurezza e l'integrità dei nostri dati”.

Intanto, la scorsa settimana Tidal ha raggiunto un accordo con gli eredi del compianto Folletto di Minneapolis, Prince, che porterà alla divulgazione dei materiali musicali inediti dell’artista, conservati nella Prince Estate, in un nuovo album, la cui uscita è prevista per il prossimo anno.

Dall'archivio di Rockol - I migliori album tributo del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.