NEWS   |   Industria / 16/05/2018

Osservatorio NUOVOIMAIE, parte 1: i diritti che Interpreti ed Esecutori hanno ma (spesso) non sanno di avere

Osservatorio NUOVOIMAIE, parte 1: i diritti che Interpreti ed Esecutori hanno ma (spesso) non sanno di avere

Sembra un'ovvietà, ma una canzone non è solo di chi la scrive, ma anche di chi la suona e la canta - e quindi, in sostanza, la "porta" alle orecchie del pubblico. La prova? Chiedete a un vostro vicino di casa di chi sia "Le mille bolle blu" e nel 99% dei casi la risposta sarà Mina, la cui interpretazione del 1961 ha reso immortale il brano scritto da Vito Pallavicini (testo) e Carlo Alberto Rossi (musica).

Chi incide un brano pur senza scriverlo, in sostanza, ha - come è giusto - dei diritti sul proprio lavoro. Per questo esiste NUOVOIMAIE, organismo di gestione collettiva dei diritti degli Artisti Interpreti o Esecutori fondata e gestita da artisti. Nata il il 12 luglio 2010 per volere di Luis Bacalov, Claudio Baglioni, Massimo Di Cataldo, Marco Masini, Lino Banfi, Enzo De Caro, Andrea Roncato, Edoardo Siravo e Luca Zingaretti, l'associazione si fonda su scopi mutualistici, il cui obiettivo non è il profitto, bensì il riconoscimento di un diritto tutelato dalla legge, ovvero quello di essere un Artista Interprete Esecutore.

Forte di una vastissima banca dati dedicata alle opere e contenente i repertori e i rendiconti audiovisivi e musicali, pubblicati sul proprio sito istituzionale, NUOVOIMAIE dispone di un portale riservato ai soci attraverso il quale ogni artista può direttamente accedere alla propria posizione e dialogare con l’Istituto. L’associazione ha in essere 66 accordi - sia bilaterali che unilaterali - con società di collecting europee ed extraeuropee, oltre che legami con i maggiori organismi di gestione collettiva dei produttori fonografici, e rappresenta oltre 600mila Artisti Interpreti Esecutori in Italia e all’estero. L’Istituto ripartisce quattro volte l’anno i compensi maturati (in inverno ed estate ad attori e doppiatori, in primavera e autunno a cantanti e musicisti).

Accanto all'attività istituzionale di collecting, NUOVOIMAIE offre la possibilità di accedere a fondi, se in possesso dei requisiti richiesti, per la realizzazione di opere e la promozione di Artisti Interpreti ed Esecutori: per il 2018, nel settore Audio, l'istituto ha attivato un bando destinato ad artisti selezionati da premi o concorsi musicali, che mette a disposizione un fondo pari a 550mila euro da destinare - sotto forma di contributi - a manifestazioni riservate agli emergenti e alla promozione dell’attività di spettacolo dal vivo degli interpreti ed esecutori selezionati dalle stesse. Nel 2017 NUOVOIMAIE ha attivato un bando – ancora attivo – dedicato alla promozione di progetti discografici di artisti emergenti, per il quale è stata stanziata la cifra di 800mila euro da erogare in occasione di eventi, spettacoli e manifestazioni dal vivo programmate entro il prossimo 30 settembre.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito http://www.nuovoimaie.it.