NEWS   |   Pop/Rock / 17/05/2019

Enya: la voce malinconica dell’Irlanda – 10 brani fondamentali (1 / 11)

Enya: la voce malinconica dell’Irlanda – 10 brani fondamentali

Timida di temperamento, estremamente riservata sulla sua vita privata e totalmente dedita alla propria musica, Eithne Pádraigín Ní Bhraonáin, in arte Enya, è la cantante solista irlandese ad aver riscosso più successo nel mondo.

Enya è l'artista solista più venduta in Irlanda, e la seconda in generale dietro ai soli U2, con una discografia che ha venduto circa 6,5 milioni di album certificati negli Stati Uniti e più di 75 milioni di dischi in tutto il mondo, rendendola una degli artisti musicali più venduti di tutti i tempi. Il suo disco “A Day Without Rain” del 2000 rimane l'album new age più venduto di sempre, con circa 16 milioni di copie vendute in tutto il mondo.

Enya ha vinto numerosi premi in tutta la sua carriera, tra cui sette World Music Awards, quattro Grammy Awards per il miglior album new age e un Ivor Novello Award, premio britannico dedicato ai compositori e agli scrittori musicali. È stata nominata per un Oscar e un Golden Globe per "May It Be", canzone che ha scritto per la colonna sonora del “Signore degli Anelli: The Fellowship of the Ring (2001)”.

Dietro alla sua figura musicale, ruota in realtà un trio composto dalla cantante stessa, che compone le musiche, suona e canta, Nicky Ryan, produttore e arrangiatore, e Roma Ryan, che scrive i testi in diverse lingue.

I primi progetti di Enya come artista solista comprendono la colonna sonora di “The Frog Prince” (1984) e la serie di documentari della BBC del 1987, “The Celts”, che poi venne pubblicato come suo album di debutto con il titolo “Enya” (1987). Il successo di “Watermark” (1988) la portò alla fama mondiale, aiutata soprattutto da "Orinoco Flow", il singolo di successo che entrò nella top 10 internazionale. Da lì in poi sono tanti gli album di successo: “Shepherd Moons” (1991), “The Memory of Trees” (1995) e “A Day Without Rain” (2000). Le vendite di quest'ultimo sono aumentate negli Stati Uniti in seguito al suo utilizzo del singolo "Only Time" come canzone simbolo per la tragedia degli attacchi dell'11 settembre. Dopo “Amarantine” (2005) e “And Winter Came ...” (2008), Enya ha preso una pausa dalla musica; è tornata nel 2012 pubblicando “Dark Sky Island (2015)”.

Per festeggiare il compleanno (17 maggio 1961) di Enya, abbiamo scelto 10 dei brani essenziali della sua carriera; lasciatevi allora trasportare dalla meravigliosa voce della cantante irlandese.