Medimex: al Museo Archeologico Nazionale di Taranto la mostra fotografica su ‘Kurt Cobain & Il Grunge’ – FOTO

Medimex: al Museo Archeologico Nazionale di Taranto la mostra fotografica su ‘Kurt Cobain & Il Grunge’ – FOTO

In occasione del Medimex 2018 - International Festival & Music Conference promosso da Puglia Sounds a Taranto, dal 7 al 10 giugno, prenderà il via da giovedì 8 giugno al Museo Archeologico Nazionale di Taranto – MArTA la mostra “Kurt Cobain & Il Grunge: Storia di una Rivoluzione. Fotografie di Michael Lavine e Charles Peterson”, i Nirvana come non sono mai stati visti.

La mostra, a cura di ONO arte contemporanea, comprende settantotto foto esposte in due sezioni: da un lato trentotto immagini colte da Charles Peterson, che si concentrano sulla storia della nascita della band di Kurt Cobain, i concerti live e la scena Grunge, dall’altro quaranta scatti di Michael Lavine estratti da servizi posati e immagini per le riviste. Le foto inedite sono equamente suddivise, tre per ognuno dei due autori.

Tuttavia, la mostra ripercorre non solo la storia dei Nirvana, dai suoi albori fino alla al successo globale, dai primi concerti indie fino alla consacrazione con l’aiuto di MTV, che trasmette on-repeat i primi video del gruppo, portandoli in ogni angolo del mondo. «Kurt Cobain & Il Grunge» ripercorre anche le tappe della scena musicale di Seattle, dove negli anni Ottanta l’ormai famosa etichetta indipendente Sub Pop stava dando visibilità non solo ai Nirvana ma anche ai Mudhoney e, per l’appunto, ai Soundgarden.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/FrM6L0IQvkZQqHNa2x_aDRRPmwc=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/ph-peterson.jpeg
© Charles Peterson

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/cf7ZfqMx_NZFVKNpjWE5UJleHH4=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/ph-lavine.jpeg
© Michael Lavine

Attraverso la storia di una band di successo, la mostra si allarga, infatti, ad un’analisi socio-politica dell’America della fine degli anni ‘80, dalla crisi dell’edonismo reaganiano e del sogno americano della periferia, fino alla fine della Guerra Fredda e il sorgere di nuovi attori economici tipici della New Economy come Microsoft e Starbucks, nati proprio in quella  stessa Seattle dalla quale provenivano i Nirvana.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/2Xc1lxq9xnSVpTtRVFBWdN0OHVY=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/ph-lavine-1.jpeg
© Michael Lavine

Michael Lavine, celebre fotografo pubblicitario che negli ultimi venticinque anni ha realizzato alcune delle fotografie più iconiche del mondo dello spettacolo assieme ad alcune delle più famose copertine di dischi, e che ha realizzato alcuni dei ritratti più famosi di Kurt Cobain, immortala i Nirvana in studio in quattro diversi momenti, dai mesi della loro prima formazione, quando al posto di Dave Grohl alla batteria c’era ancora Chad Channing, fino agli anni del successo mondiale, quando accanto al leader della band c’era la moglie Courtney Love: scatti che sono diventai simbolo di un’era.

Dal 1988 Lavine fotografa artisti nel mondo della musica e dell’intrattenimento, produzioni cinematografiche e televisive, ma anche politici e sportivi oltre, che la vita quotidiana negli Stati Uniti. Il suo stile caratterizzato dall’uso di audaci colori saturi, da quello dinamico ed estremo dell’illuminazione e la sua consapevolezza della composizione grafica lo hanno reso un fotografo tra i più ricercati, con una carriera costellata di premi.

Se da un lato le immagini di Lavine fissano nell’immaginario collettivo i momenti più importanti delle band, quelle di Peterson ne documentano passo dopo passo la carriera, dalla formazione ai primi concerti in locali malfamati e campus universitari, ai palchi internazionali, fino ad arrivare agli ultimi mesi di vita di Kurt Cobain, ritratto in immagini intime che pienamente mostrano come il peso del successo avesse provato il giovane artista. E di fatto, l’apporto di Charles Peterson risulta fondamentale non solo per la storia dei Nirvana ma anche per la nascita del Grunge. Tra i protagonisti che hanno contribuito a creare la scena musicale underground di Seattle, il cinquantaquattrenne fotografo di Longview (Stato di Washington), stringe un sodalizio con Bruce Pavitt e Jack Poneman, fondatori della Sub Pop Records, che a Peterson chiedono di diventare fotografo ufficiale dell’etichetta.

Medimex è un progetto Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato con il Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito del Fondo di Sviluppo e di Coesione 2014-2020 – Patto per la Puglia Area di Intervento IV “Turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali. www.pugliasounds.it

Ecco i dettagli della mostra:

INGRESSO ALLA MOSTRA COMPRESO NEL BIGLIETTO DI INGRESSO AL MUSEO:

Tariffe del Museo:

Prezzo del biglietto 8,00 €
Prezzo del biglietto ridotto 4,00 €
Ingresso gratuito fino a 18 anni
Prima domenica di ogni mese ingresso gratuito per tutti
Riduzioni ed esoneri come da normativa

Informazioni e prenotazioni:

Tel./fax 099-4538639
E-mail:prenotazioni@novaapulia.it

Giorni ed orari di apertura del Museo:
Il Museo è aperto tutti i giorni, dal lunedì alla domenica  dalle ore 8,30 alle ore 19,30 con chiusura della biglietteria alle ore 19,00 ed uscita dalle sale alle ore 19,15.

Centralino 099-4532112

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.