George Michael senza pace. Il cugino: “Prendeva un cocktail di metadone, alcool e GHB”.

George Michael senza pace. Il cugino: “Prendeva un cocktail di metadone, alcool e GHB”.

Non cessano le rivelazioni postume sul musicista scomparso a Natale del 2016. Dopo che i familiari hanno invitato i fan a non lasciare fiori e omaggi sul marciapiedi della sua ultima residenza, mentre le sorelle Melanie e Yoda continuano ad essere ostili all’ultimo fidanzato Fadi Fawaz (che da parte sua non smette di minacciare rivelazioni imbarazzanti) e persino l’ex fidanzato Kenny Goss rilascia dichiarazioni sul “trauma infantile” che avrebbe scatenato nel musicista l’inclinazione alle dipendenze da sostanze, adesso tocca al cugino Andros Georgiou dare aria alla bocca sostenendo che negli ultimi giorni di vita, per combattere le crisi d’ansia, George assumeva un cocktail di metadone (un sostitutivo dell’eroina), alcool e GHB (acido y-idrossibutirrico, noto anche come “droga dello stupro”).
Già che c’era, il cugino ha anche aggiunto che la famiglia dello scomparso sarà costretta ad arrivare a un accordo economico con Fadi Fawaz “per farlo stare zitto: sento dire che chiede una casa e un cameriere”, e che al raggiungimento di un accordo con Fawaz è condizionata la divisione fra gli aventi diritto dell’eredità, che però potrebbe essere inferiore di circa il 50% alle cifre venute fuori in passato (si era parlato di 105 milioni di sterline).

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.