Amici 2018: la gara torna al centro, ma è un bagno di sangue. Le proposte delle case discografiche. Il commento del quinto serale

Amici 2018: la gara torna al centro, ma è un bagno di sangue. Le proposte delle case discografiche. Il commento del quinto serale

La gara è tornata al centro, sì. Ma con conseguente carneficina. Della serie: "Volevate il sangue? E sangue sia". Nel corso della quinta puntata del serale di Amici 2018 sono stati eliminati ben quattro concorrenti (il doppio di quelli che era previsto lasciassero il programma stasera). Uno della squadra blu, il cantante Matteo. E ben tre della squadra bianca, il cantautore Zic e i ballerini Valentina e Luca. Archiviate - anche se non del tutto - le polemiche legate alla scelta di Biondo di usare l'autotune, cancellate le prove corali con ospiti (almeno per questa puntata), il quinto appuntamento con il serale della diciassettesima edizione del talent si è aperto con le sfide dirette tra i concorrenti delle due squadre: i talenti al centro, sì, ma pronti per essere mandati al patibolo. LEGGI ANCHE: Amici 2018, il serale: quinta puntata. Vince Irama (per la terza volta), eliminati quattro concorrenti. Ecco cosa è successo.

I primi sessanta minuti di trasmissione sono stati dedicati proprio alle esibizioni dei ragazzi e alla gara. Sorprendente il momento delle eliminazioni: nello stupore generale, la rosa di concorrenti giunti alla quinta puntata del serale è stata quasi dimezzata - degli undici concorrenti in gara all'inizio della puntata, alla fine ne sono rimasti solo sette. Si tratta di eliminazioni definitive, probabilmente: considerando che alla finale di "Amici", prevista per il prossimo 2 giugno, mancano solo tre puntate, è difficile pensare che una di queste possa essere dedicata ad un ripescaggio.

Non sono mancati momenti di spettacolo: tra la prima e la seconda fase della puntata è stata dedicata mezz'ora ad un siparietto che ha coinvolto lo chef Antonino Cannavacciuolo, Emma, Arisa e Giulia Michielini. Un modo per riprendere fiato dopo il bagno di sangue delle eliminazioni.

Tra i concorrenti rimasti in gara, Biondo continua ad essere quello più interessante dal punto di vista discografico (e infatti il t-rapper ha ricevuto le proposte di tre case discografiche intenzionate a lavorare con lui, Sony, Universal e Warner). "Fa un genere musicale che alle case discografiche, oggi, fa tanta gola", ha commentato giustamente Arisa, tra i membri della commissione esterna della quinta puntata. Probabilmente si giocherà la vittoria del talent in un testa a testa con il compagno di squadra Irama, che ha invece ricevuto proposte da parte di due case discografiche: Sony e Warner, l'etichetta alla quale era legato prima della partecipazione ad "Amici". Anche Carmen e Einar hanno entrambi ricevuto proposte da parte di due case discografiche: Universal e Sony la prima, Warner e Sony il secondo. Interessata a lavorare con Emma, invece, una sola casa discografica, la Warner.

Music Biz Cafe, parla Ghemon
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.