Zucchero e l’ex manager Michele Torpedine, un botta e risposta molto polemico

Zucchero e l’ex manager Michele Torpedine, un botta e risposta molto polemico

E’ uscito, come già abbiamo segnalato (qui la nostra recensione), il libro autobiografico di Michele Torpedine. In occasione della pubblicazione, che era stata già annunciata tempo fa, Torpedine ha risposto - a distanza di tempo - a una frase che Zucchero ha pronunciato lo sorso novembre in occasione della presentazione del cofanetto "Wanted". Sollecitato da un giornalista (“Il suo primo manager Michele Torpedine ha appena scritto un libro in cui racconta la fine, burrascosa, del vostro rapporto”), Zucchero aveva risposto:  


“Davvero non so perché quel signore continua ad avercela su con me. Feci di tutto per lavorare con lui anche quando per l’estero dovetti prendere un manager straniero (Miles Copeland). Se la prese e se ne andò, ma tuttora nutre astio”.


Ed ecco come ribatte, molto polemicamente, Michele Torpedine:


“Io sono ‘quel signore’ che il cantante Adelmo Fornaciari non ricorda o non vuole ricordare per nome e cognome. Quello stesso signore che gli ha cambiato la vita pagandogli il mutuo della  casa che rischiava di perdere e lo ha fatto  diventare ‘Zucchero’, contro la convinzione di tutti i manager più illustri che su di lui non avrebbero scommesso una lira. Difatti l’anticipo che ricevette sul nulla, non aveva alcuna giustificazione logica, ma forse fino da allora il ‘signore’ sapeva vedere lontano. Zucchero parla di astio nei suoi confronti. Niente di tutto ciò. Io, Michele Torpedine, ex manager di Zucchero mi sono solo deciso a raccontare la verità dopo 20 anni di bugie chissà da quale romanzo ispirate. Zucchero è bravissimo a prendere ispirazioni dagli  altri per canzoni e management .  Su quanto racconta per l’estero non mi sembra che la scelta di ‘manager internazionali’ lo abbia portato più lontano e con altrettanto successo come quello di fenomeni come Andrea Bocelli e Il Volo. Artisti che il suo ‘ex manager italiano’ ha saputo condurre per mano nelle più grandi arene del mondo, dopo vendite di dischi stratosferiche e concerti con presenze per lui almeno fino ad oggi, irraggiungibili. Per concludere, un consiglio al caro amico. Ricorda che fuori dal tuo paese ci sono sempre gli originali”.

 

Dall'archivio di Rockol - racconta il tour di "Black cat" e il ritorno all'Arena
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.