Bob Dylan si dà alla produzione di liquori (e posa nella foto promozionale del suo primo whisky) - GUARDA

Bob Dylan si dà alla produzione di liquori (e posa nella foto promozionale del suo primo whisky) - GUARDA

Bob Dylan debutta nel mondo dei liquori. Dal prossimo mese sarà possibile acquistare Heaven's Door, una serie di whisky che il bardo di Duluth ha realizzato insieme ad un imprenditore di liquori, Marc Bushala.

La storia del debutto di Dylan nel mondo dei liquori è curiosa. Alla fine del 2015 Marc Bushala, 52enne già detentore del marchio Angel's Envy (che ha poi venduto per 150 milioni di dollari), notò che era stato registrato uno strano marchio, "bootleg whisky", sotto il nome di "Mr. Dylan". Dopo aver indagato su quel marchio, Bushala riuscì a mettersi in contatto prima con rappresentanti di Dylan e poi con Robert Zimmerman in persona, al quale ha proposto di lavorare insieme sulla realizzazione di whisky pregiati, mettendo a disposizione del cantautore la sua esperienza nel settore dei liquori. Ed è riuscito a convincerlo.

Originariamente, la serie avrebbe dovuto chiamarsi proprio "bootleg series". È stato Bushala a suggerire a Dylan di modificare il nome del prodotto in Heaven's Door, perché - suo avviso - "bootleg" non era un nome azzeccato per liquori di qualità: "Chiederglielo mi ha intimidito un po'", racconta l'imprenditore al New York Times.

La serie Heaven's Door comprende tre whisky: un whisky liscio, un bourbon liscio e un "double-barrell" whisky, ossia un whisky che viene fatto invecchiare in due diverse botti. Si va dai 50 agli 80 dollari a bottiglia (tra i 40 e i 65 euro, circa).

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/hbneoFvRKv6EdmNQEHfXYUwVduI=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fstatic01.nyt.com%2Fimages%2F2018%2F04%2F29%2Fbusiness%2F29DYLAN%2Fmerlin_137275605_51f132a1-bd9a-40a6-bdad-1d53ee07348e-superJumbo.jpg%3Fquality%3D75%26auto%3Dwebp%26disable%3Dupscale
Dylan non ci ha messo solo il nome: è anche socio della società Heaven's Door Spirits (e posa anche nella foto promozionale, accanto ad una bottiglia). Bushala ha dichiarato di aver raccolto 35 milioni dagli investitori. Il cantautore ha fatto avere una sua breve dichiarazione al New York Times sul progetto:

"Entrambi volevamo creare una collezione di whisky americani che, a modo loro, raccontassero una storia. Ho viaggiato per decenni e sono stato in grado di provare alcuni dei migliori liquori che il mondo del whisky ha da offrire. Questo è un ottimo whisky".

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/y5BkzcbpBiMGnPw3Ts-RDjQrhZE=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fstatic01.nyt.com%2Fimages%2F2018%2F04%2F29%2Fbusiness%2F29DYLAN03%2Fmerlin_137323731_5e4e45b2-1841-4a8e-bf14-bc0cc46f29b3-jumbo.jpg%3Fquality%3D90%26auto%3Dwebp
Dylan ha voluto seguire tutte le fasi di realizzazione dei liquori, dall'inizio alla fine. Bushala ha raccontato di averlo incontrato più volte a Los Angeles e di averci parlato a lungo al telefono. Ha scoperto che Dylan si intende parecchio di whisky e che ha un palato raffinato:

"Dylan ha caratteristiche che funzionano davvero bene per un whisky. Ha grande autenticità. È un perfetto statunitense. Fa le cose nel modo in cui le vuole fare. Penso che questi siano buoni attributi anche per un whisky. A volte mi fissava a lungo. E non ero sicuro se gli piacesse o meno".

Ogni anno la società metterà in commercio una "Bootleg Series" in edizione limitata dei whisky: le bottiglie non saranno di vetro, ma in ceramica, decorate con i dipinti ad olio e acquerelli di Dylan. La prima di queste "Bootleg Series" uscirà l'anno prossimo, è un whisky invecchiato di 25 anni. Il prezzo? 300 dollari.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.