Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 28/04/2018

Secondary ticketing, in Gazzetta Ufficiale la legge contro il bagarinaggio online: il testo completo

Secondary ticketing, in Gazzetta Ufficiale la legge contro il bagarinaggio online: il testo completo

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 27 aprile 2018 del decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 12 marzo di quest'anno diventa operativa la legge contro il secondary ticketing voluta dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo uscente Dario Franceschini inserita come emendamento alla legge di stabilità varata dal parlamento italiano nel dicembre del 2016.

Il testo, disponibile a questo indirizzo in versione integrale, riguarda essenzialmente l'utilizzo di bot, ovvero di automazioni informatiche atte a fare incetta di tagliandi sul mercato primario da immettere in modo organizzato e sistematico su quello secondario: "Al fine di aumentare l'efficienza e la  sicurezza informatica delle vendite dei  titoli di accesso mediante i sistemi di biglietterie automatizzate, nonché di assicurare la tutela  dei consumatori, il presente decreto detta le specificazioni e le regole tecniche attuative dell'art. 1, comma 545, della legge 11 dicembre 2016, n. 232", ovvero con "l'inibizione della condotta e con sanzioni amministrative pecuniarie da  5.000 euro a 180.000 euro, nonché, ove la condotta sia effettuata attraverso le reti di comunicazione elettronica, secondo le modalità stabilite dal comma 546, con la rimozione dei contenuti, o, nei casi più gravi, con l'oscuramento del sito Internet attraverso il quale la violazione è stata posta in essere [le piattaforme di secondary ticketing, ndr]".

Le persone singole che rivenderanno biglietti su piattaforme operanti sul mercato secondario, tuttavia, non saranno perseguite: come si legge nel testo della disposizione, infatti, "sono esclusi dall'ambito di applicazione del presente decreto le persone fisiche che effettuano la vendita o qualsiasi altra forma di collocamento dei titoli di accesso di cui al comma 1 in modo occasionale e senza finalità commerciali".