NEWS   |   Industria / 23/04/2018

Facebook, firmati nuovi accordi di licenza con le società indipendenti del settore musicale

Facebook, firmati nuovi accordi di licenza con le società indipendenti del settore musicale

Dopo i recenti accordi firmati dal social network di Mark Zuckerberg con Universal Music Group, Sony/ATV e Warner Music Group, Facebook chiude le trattative anche con alcune delle più importanti società indipendenti del settore musicale. L’intesa più significativa è quella raggiunta con Merlin, agenzia che rappresenta più di 20mila etichette e distributori. L'affare non è da poco, considerando che, secondo i dati di fatturato del mercato musicale relativi al 2017 resi noti da Midia Research nelle scorse settimane, le etichette indipendenti hanno registrato una forte crescita nei guadagni, arrivando ad occupare il 27,6% del fatturato totale della musica registrata.

L’affare con Merlin, secondo quanto riportato da Music Business Worldwide, riguarda la fruizione della musica attraverso, principalmente, Facebook, ma anche Instagram, Oculus e Messenger. Sembra che al momento l’accordo sia slegato a qualsiasi tracciamento delle royalties, basandosi su anticipi “ciechi” pagati ai titolari dei diritti, ma l’idea del social network è quella di affinare la procedura in quella direzione.

Il CEO di Merlin, Charles Caldas, ha parlato di un risultato importante, che “assicura che i principali indipendenti del mondo traggano beneficio dalla strategia multi-piattaforma di Facebook riguardo alla musica, ora e in futuro”. Per Beggars Group, membro di Merlin, si tratta di “consentire ai miliardi di utenti di Facebook e Instagram di arricchire per la prima volta i loro post con musica concessa in licenza dai loro artisti preferiti”, ha detto il direttore Digital & Strategy Simon Wheeler. L’ambizione del gruppo, prosegue, punta a “ridefinire il modo in cui la musica viene utilizzata all’interno dei contenuti generati dagli utenti per creare flussi di entrate nuovi e veramente in incremento per i nostri artisti”.

Anche sul fronte Facebook non manca la soddisfazione: “Siamo entusiasti di collaborare con le migliaia di marchi globali rappresentati da Merlin, Beggars e Ingrooves [anche PIAS è coinvolto nell’accordo, ndr]”, ha dichiarato Jeremy Sirota, manager del settore del music business del social network. Aggiungendo: “Apprezziamo la loro storia e i loro artisti e siamo entusiasti che siano di supporto alla visione di Facebook di ciò che la musica può portare alle persone sulle nostre piattaforme”. Infine, qualche spunto per il futuro: “Questo è solo l’inizio, non vediamo l’ora di continuare ad ampliare le opportunità per la comunità indipendente di rafforzare le loro voci”, ha concluso Sirota.