I Rotting Christ sono stati arrestati in Georgia con l'accusa di terrorismo

I Rotting Christ sono stati arrestati in Georgia con l'accusa di terrorismo

Due membri del gruppo greco di metal dei Rotting Christ - Sakis and Themis Tolis - sono stati arrestati a Tbilisi, in Georgia, con l’accusa di terrorismo a causa del nome della loro band. La Season of Mist, etichetta discografica della formazione ellenica, ha pubblicato su Facebook il racconto di Sakis sulle traversie passate dalla band.

La mattina del 12 aprile, i Rotting Christ sono arrivati in Georgia dove i fratelli Tolis vengono fermati dalla polizia e condotti in una apposita area dell'aeroporto per essere interrogati. Ai due sono stati ritirati i passaporti e i telefoni cellulari e sono stati portati in una cella notificandogli che il motivo del loro arresto era ‘riservato’.

Gli avvocati li hanno poi informati che i loro nominativi erano inseriti in una ‘lista di persone indesiderate per la sicurezza nazionale’ poichè etichettati come satanisti e ‘sospetti terroristi’. Le loro cella era ‘piuttosto sporca’, a dire di Sakis, che ha spiegato che a lui e al fratello sono stati vietati per 12 ore contatti con chiunque, compresi i legali e l'ambasciata.

Nel frattempo gli altri due membri dei Rotting Christ si sono mossi immediatamente per trovare una soluzione al problema, contattando il promoter locale ‘che ha coinvolto esperti legali, giornalisti e attivisti in Georgia’. Alla fine i fratelli sono stati rilasciati, hanno potuto tenere il loro concerto e lasciare senza problemi il paese per dirigersi in Armenia.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.