NEWS   |   Pop/Rock / 12/04/2018

John Illsley (Dire Straits) sul forfait di Mark Knopfler alla cerimonia della Hall of Fame: "Non se la sente di venire"

John Illsley (Dire Straits) sul forfait di Mark Knopfler alla cerimonia della Hall of Fame: "Non se la sente di venire"

Questa mattina il bassista dei Dire Straits John Illsley - prima di prendere un volo per gli Stati Uniti assieme al tastierista Guy Fletcher - ha rilasciato alcune dichiarazioni a Billboard riguardanti la prossima introduzione della band inglese nella Rock and Roll Hall of Fame il 14 aprile a Cleveland e sulla mancanza alla cerimonia del frontman della band Mark Knopfler.

Ha detto Illsley:

"Sono eccitato. Ci divertiremo. Voglio dire, alcune persone suonano e altre no. Alcune persone ci saranno e altre no, a quanto pare. Abbiamo una combinazione di tutto questo".

Illsley ha poi rivelato, riguardo quanto dichiarato in precedenza da Alan Clark, vale a dire che lui, Illsley e Fletcher avrebbero eseguito una versione unplugged di “Telegraph Road":

"Non succederà. È solo Alan che voleva divertirsi un poco. Speravo che la gente non lo prendesse troppo sul serio. Non mi esibirei mai là senza Mark, è molto semplice. Se Mark non c’è, non ha senso."

Ma allora perché Mark non viene? Risponde Illsley:

“Molto semplice, non se la sentiva di venire. A lui non interessa venire, l’ho invitato in diverse occasioni. Gli ho detto: ‘Senti, mi piacerebbe che tu lo capissi questo’. E lui mi ha detto: 'Senti, non posso proprio farlo, John. Sono davvero dispiaciuto. È un grande onore per noi e per tutto il resto, ma non riesco proprio’. Quindi lo devo  rispettare. Ha le sue ragioni che non vuole condividere con me, ed è strano perché abbiamo condiviso molte cose nel corso degli anni".

Da ultimo Illsley dice:

"Sono molto orgoglioso di essere stato eletto. Penso che sia fantastico per la band, penso che sia fantastico per tutti i musicisti che hanno lavorato con noi nel corso degli anni, che hanno fatto parte del viaggio...e per tutti i produttori e gli ingegneri con cui abbiamo lavorato negli anni. Penso che sia meraviglioso per tutte le persone che hanno acquistato la musica e sono venuti a vedere i concerti e sono rimasti con la band in tutti questi anni. Questa per me è la parte più importante, sono i fan, loro hanno fatto accadere tutto".

Scheda artista Tour&Concerti
Testi