Uno studio scientifico sostiene che andare ai concerti allunga la vita

Uno studio scientifico sostiene che andare ai concerti allunga la vita

Un nuovo studio di scienze comportamentali è arrivato alla conclusione che frequentare regolarmente i concerti è positivo per il benessere delle persone e potrebbe prolungare la vita dei fan addirittura di nove anni.

Lo studio, commissionato dalla rete di telefonia mobile britannica O2, e ripreso da UltimateClassicRock, afferma che 20 minuti a un concerto sono migliori della stessa quantità di tempo trascorsa facendo yoga o una passeggiata con il cane. I ricercatori hanno calcolato che 20 minuti di musica dal vivo accrescono il benessere di una persona del 21%, rispetto al 10% dello yoga e al 7% del ‘dog walking’.

Il docente universitario Patrick Fagan, che ha guidato l'indagine, ha dichiarato:

"La nostra ricerca mostra l'impatto profondo che ha un concerto sui sentimenti di salute, felicità e benessere. Combinando tutte le nostre scoperte, siamo giunti alla conclusione che un concerto ogni 15 giorni potrebbe aumentare l’aspettativa di vita di quasi un decennio."

Il semplice ascoltare musica a casa non è la stessa cosa, dice il report, che afferma: "L'esperienza condivisa è la chiave per aumentare il benessere".

Dall'archivio di Rockol - 11 Artisti diventati famosi grazie ai video su Internet
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.