Jay-Z a David Letterman: “Perché ho tradito mia moglie Beyoncé” (e parla anche di sua madre lesbica e del padre assente)

Jay-Z a David Letterman: “Perché ho tradito mia moglie Beyoncé” (e parla anche di sua madre lesbica e del padre assente)

David Letterman, che dopo aver chiuso nel 2015, andando in pensione, il suo “David Letterman Show” sulla rete televisiva statunitense CBS, ha ripreso a lavorare realizzando un nuovo spettacolo mensile per Netflix (“My Next Guest Needs No Introduction With David Letterman”, ovvero “il mio prossimo ospite non ha bisogno di presentazioni”), ha dedicato la quarta puntata a una lunga intervista a Jay-Z.
E l’ha chiusa toccando il tema più sensibile: quello del tradimento coniugale. Letterman, che nell’ottobre del 2009 aveva pubblicamente ammesso di aver avuto relazioni extraconiugali (e l’aveva fatto per impedire un tentativo di estorsione ai suoi danni), ha detto all’intervistato:

“Noi due abbiamo una cosa in comune, e devo stare attento a come mi esprimo. Alcuni anni fa mi sono messo nei guai, per mia responsabilità e per mia colpa. Ho fatto cose che non avrei dovuto fare, e delle quali mi pento, e in seguito ho cercato di riconoscere i miei sbagli e di diventare una persona migliore. All’epoca, la ragione per la quale ho sofferto è stata la paura di aver mandato a gambe all’aria la mia famiglia. Di questo argomento non ho mai parlato con nessuno che abbia vissuto la stessa situazione. Mi domando se le mie parole ti ricordano qualcosa”.

Il fatto che Jay-Z sia stato infedele a Beyoncé non è una novità: se ne parlò molto anni fa, dopo che venne messo in circolazione un video in cui il rapper litigava con sua cognata Solange Knowles in un ascensore, e dopo che l’album del 2016 di Beyoncé, “Lemonade”, si rivelò includere nei testi alcuni riferimenti a un tradimento coniugale. Jay-Z aveva già ammesso di aver tradito Beyoncé in un’intervista dello scorso anno al magazine “T” del “New York Times”. Parlando con Letterman ha approfondito le motivazioni di quel tradimento.

“Molti di noi, molti di quelli con i quali sono cresciuto, ma anche molti uomini, più in generale, da giovani non possiedono gli strumenti emotivi che sono necessari per far funzionare un matrimonio. Proprio come te, ho una moglie meravigliosa, che è stata comprensiva e ha capito che sono meno peggio di quanto posso essere sembrato. Siamo stati in terapia di coppia: perché ci amiamo, e ci abbiamo lavorato per parecchio tempo. Mi piace pensare di essere adesso una persona migliore. Sono fiero di essere il padre e il marito che sono adesso. E vorrei dire a tante coppie che si arrendono e divorziano: non alzate le mani, non rinunciate: lavorateci, se vi amate e amate la vostra famiglia”.

A proposito di temi scottanti, Jay-Z ha anche parlato della frase della sua canzone “Smile” (in “4:44”, il suo album dello scorso anno) che dice “Mama had four kids, but she’s a lesbian/Had to pretend so long that she’s a thespian”. Gloria Carter partecipa al brano, verso la fine, dicendo:
“Life is short, and it’s time to be free/Love who you love, because life isn’t guaranteed”

Jay-Z ha detto che il fatto che sua madre fosse lesbica gli era noto da tempo, ma che con lei non ne aveva mai parlato fino a poco prima di scrivere quella canzone.

“Dev’essere stata dura, per lei, dover vivere la sua vita fingendosi diversa da com’è, per proteggere i suoi figli. Sentirla dire a me ‘amo una donna’ mi ha commosso, sono stato felice per lei, per la sua nuova libertà”.

Il rapper ha anche parlato di Adnis Reeves, suo padre, che abbandonò la moglie e i figli quando Jay-Z aveva undici anni.
Quello che è successo al suo matrimonio, ha spiegato il musicista, lo ha aiutato anche a comprendere meglio il comportamento di suo padre. Il fratello di Adnis era stato ucciso, e per lui trovare l’assassino era diventata un’ossessione che lo aveva allontanato dalla famiglia.

“Mia madre non riuscì a parlargli nel modo giusto, non gli disse ’ti vogliamo bene e non vogliamo perderti’. Gli diede invece una specie di ultimatum, che mandò in pezzi il loro rapporto, tanto che lui cominciò a fare uso di eroina. Da ragazzo ero molto arrabbiato con mio padre, ero furioso con lui che ci aveva abbandonati. Adesso provo compassione ed empatia per lui”.

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.