Atlas Ufo Robot compie 40 anni (in Italia). I ricordi nostalgici di Fabrizio Zanoni, le sigle originali

Atlas Ufo Robot compie 40 anni (in Italia). I ricordi nostalgici di Fabrizio Zanoni, le sigle originali

40 anni fa andava in onda la prima puntata di Atlas Ufo Robot. Avevo sei anni, la tv era in bianco e nero, i canali si cambiavano alzandosi e girando una manopola sul televisore e non esisteva nemmeno Rai 3. Le trasmissioni finivano ad una certa ora di sera e la mattina riprendevano con un filmato di un traliccio ripetitore del segnale, sulla musica solenne del Guglielmo Tell di Rossini. Goldrake era contenuto in una trasmissione chiamata "Buonasera con.." -mi ricordo una puntata con  Macario, ma il protagonista cambiava.
Goldrake no, Goldrake non cambiava. Actarus, con il suo vestito da hippie con le frange, combatteva cinque giorni su sette i cattivi del pianeta Vega. La battaglia iniziava sempre con una strage di astronavi circolari inutili come quelle di Guerre Stellari, poi arrivava il supermostro e lì erano cazzi. Ricordo i miei pianti disperati quando nell'ultima puntata Actarus, sconfitto per sempre il re dei cattivoni, un tizio con i capelli viola e le antenne, decide di fare ritorno nel suo pianeta d'origine. La prima serie aveva due sigle: "Ufo Robot" all'inizio e "Shooting Star" in inglese alla fine.

Il 45 giri entrava di continuo nel mio mangiadischi rosso. Il secondo anno però cambiarono la sigla che diventò "Goldrake" e mia madre, dopo mille preghiere e promessa di voti fantasmagorici a scuola, mi comprò su una bancarella del mercato la nuova canzone. Ma non era la versione originale,

Era ricantata da chissà chi. Impossibile ottenere un terzo 45 giri. In silenzio mi feci andare bene il taroccone. Tanti ricordi fissati nella mia mente per merito di un cartone animato. Grazie di tutto, Goldrake...

 

Fabrizio Zanoni

 

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.