La partecipazione di Sony in Spotify vale 1,5 miliardi di dollari: il colosso dello streaming chiude il suo primo giorno in borsa a 26,5 miliardi

La partecipazione di Sony in Spotify vale 1,5 miliardi di dollari: il colosso dello streaming chiude il suo primo giorno in borsa a 26,5 miliardi

Il primo giorno di Spotify sul mercato azionario si è chiuso, quando le porte del New York Stock Exchange sono state serrate, su una valutazione di 26,5 miliardi di dollari, dunque con una scivolata del 10% circa rispetto al prezzo d’esordio di 29,6 miliardi di dollari. L’oscillazione non sembra comunque preoccupare il colosso dello streaming musicale, che ha fatto il suo ingresso nel Big Board a un prezzo in ogni caso più alto rispetto alle aspettative.

Ci si chiede cosa invece stia succedendo sul fronte delle etichette discografiche e in particolare in casa Sony. Prima delle contrattazioni di oggi, sappiamo che Sony possedeva una quota di Spotify del 5,7%. Con l’ingresso del gruppo svedese nel mercato azionario, la quota avrebbe dovuto essere del valore di 1,68 miliardi, ma ora, con l’inflessione in negativo registrata in chiusura, una quota del 5,7% varrebbe 1,51 miliardi. Anche se le quote di Sony non compaiono tra le azioni registrate presso la SEC (Securities and Exchange Commission) per potenziali scambi, c’è la possibilità che la fetta di Sony, o parte di essa, avrebbe anche potuto essere venduta separatamente, secondo i termini negoziali della regola 144, che scandisce le vendite dei non affiliati di una società che ne possiedano le azioni da almeno un anno.

Nel caso, Sony mette le mani avanti e spiega, per bocca di un portavoce:

Sony Music e The Orchard sono impegnati a condividere con i loro artisti e le etichette distribuite qualsiasi guadagno netto che potrebbero realizzare da una vendita della partecipazione azionaria di Sony Music in Spotify.

Music Biz Cafe, parla Enzo Mazza (FIMI)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.