Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Italia / 06/04/2019

Buon compleanno a Erica Mou: dieci canzoni-cartoline da ascoltare (2 / 11)

“La neve sul mare” – ( “È”, 2011)

“Sometimes it snows in April”, cantava Prince nel 1986; a volte nevica anche sul mare, canta Erica Mou, racchiudendo in quell’immagine (ormai oggi non più tanto) rara e preziosa la speranza che tutto in fondo possa ancora accadere. Dopo aver vinto vari premi musicali nazionali (fra i quali ‘L’artista che non c’era’), Erica appronta nel 2009 il suo primo disco, “Bacio ancora le ferite” per la Auand Records, ma subito dopo firma un contratto con la Sugar di Caterina Caselli, per cui pubblica il suo album d’esordio ‘ufficiale’ dal titolo “È”, nel 2011. Il cd comprende, tra gli altri brani, “La neve sul mare”, una delle sue prime canzoni, inserita anche nel doppio album “La leva cantautorale degli anni zero”, curato dal Club Tenco; il brano ha sonorità ‘liquide’, che lasciano in primo piano l’interpretazione della Mou, che ci investe dell’onda emozionale delle “cose perdute”. Esiste l’ultima goccia che fa traboccare il vaso, ma “l’addizione di mali” (come dice lei in un suo passaggio del brano) può essere anche una mancanza, la “sottrazione di te”: allora ecco che si cade, inaspettatamente, come la neve “sulle onde ed il sale”, ma quel movimento verticale comporta ferite, non porta alla morte. Sarà che il sole scioglierà la neve e riporterà il sereno su quello scorcio marino, o che l’amore, anche nel dolore, mantiene in vita come una necessità.