Antonello Venditti e quel servizio della Rai: la Cassazione dà ragione al cantautore

Antonello Venditti e quel servizio della Rai: la Cassazione dà ragione al cantautore

La prima sezione civile della Corte di Cassazione si è espressa su una vicenda giudiziaria che vede contrapposti Antonello Venditti e la Rai, dando ragione al cantautore.

L'episodio è vecchio: nel dicembre del 2000 una troupe della trasmissione "La vita in diretta" di Rai1 fermò Venditti all'uscita di un ristorante e cercò di ottenere un'intervista, ma ciò infastidì il cantautore, che rispose in modo secco. Il servizio venne mandato comunque in onda da "La vita in diretta": Venditti venne presentato come una persona antipatica e nervosa. Cinque anni dopo, nell'aprile del 2005, la clip venne mandata nuovamente in onda all'interno di una classifica dedicata ai personaggi più antipatici del mondo dello spettacolo. Antonello Venditti decise così di passare alle vie legali, ritenendo che la Rai avesse violato il suo diritto all'oblio e chiedendo il risarcimento dei danni.

Una sentenza del 2014 della Corte d'appello aveva stabilito che la messa in onda del servizio era da considerarsi lecita perché rispettava "l'essenzialità della notizia e la sussistenza del diritto di satira". Ora, come riferisce il Corriere della Sera, la Cassazione ha invece "nettamente indicato i limiti del diritto all'oblio rispetto al diritto di cronaca". La Corte d'appello dovrà dunque riesaminare la vicenda sulla base dei principi fissati dalla Cassazione.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
FRANCESCO DE GREGORI
Scopri qui tutti i vinili!
30 nov
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.