È morto José Abreu, il fondatore delle orchestre giovanili venezuelane ‘El Sistema’

È morto José Abreu, il fondatore delle orchestre giovanili venezuelane ‘El Sistema’

È morto ieri a Caracas José Antonio Abreu, musicista, politico, educatore e accademico venezuelano, noto per aver fondato nel 1975 El Sistema, il progetto didattico musicale che ha salvato migliaia di bambini venezuelani dal crimine e dalla povertà attraverso la musica. Aveva 78 anni.

Secondo la definizione della “Fundación del Estado para el Sistema Nacional de las Orquestas Juveniles e Infantiles de Venezuela” (FESNOJIV), El Sistema “Mira ad organizzare sistematicamente l'educazione musicale ed a promuovere la pratica collettiva della musica attraverso orchestre sinfoniche e cori, come mezzo di organizzazione e sviluppo della comunità”.

Abreu ha fondato l'acclamato El Sistema, o The System, nel 1975 in un garage con nove musicisti. Da quel momento, il progetto didattico musicale si è espanso a 300 cori ed orchestre che hanno ricevuto premi dalla Royal Swedish Academy e dall'Unesco.

Gustavo Dudamel, direttore di orchestra venezuelano, formatosi all'interno del programma di Abreu e oggi direttore della Los Angeles Philharmonic Orchestra, ha condiviso un post sul suo profilo Twitter con scritto:

Con tutto il mio amore ed eterna gratitudine al mio mentore e al padre di El Sistema

Dudamel negli ultimi anni è diventato il volto pubblico di El Sistema, organizzando e dirigendo numerosi concerti gratuiti nelle aree più povere del centro di Caracas.

Abreu è nato il 7 maggio 1939 nella piccola città andina di Valera. Ha iniziato i suoi studi musicali a nove anni e si è trasferito a Caracas per studiare composizione.

"Un grande venezuelano ci ha lasciato, grazie Maestro José Antonio Abreu per l'eredità che hai lasciato ai bambini e i giovani del Venezuela" ha scritto tramite un post su Twitter il ministro dell'Istruzione, Elias Jaua.

"Abreu ha dato vita a un sistema musicale con il quale i giovani possono essere al sicuro dai pericoli della strada, del crimine, della droga", ha dichiarato Simon Rattle, direttore della Filarmonica di Berlino. Il modello di Abreu è stato seguito da altri paesi dell'America Latina e da alcuni in Europa.

Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, ha dichiarato alla televisione di stato: "Siamo profondamente commossi dalla scomparsa del maestro Abreu".

Dall'archivio di Rockol - 1991, l'ultimo anno d'oro del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.