Vegas Jones racconta il suo ultimo album ‘Bellaria’ - INTERVISTA

Vegas Jones racconta il suo ultimo album ‘Bellaria’ - INTERVISTA

Abbiamo fatto quattro chiacchiere con Matteo Privitera, in arte Vegas Jones, rapper milanese classe ‘94 originario di Cinisello Balsamo, che pubblica oggi, venerdì 23 marzo, il suo nuovo progetto discografico dal titolo “Bellaria”.

“Bellaria” prende spunto dal quartiere in cui Vegas è cresciuto ed è un disco che riesce a fondere le rime del rap tradizionale con la trap, raccontando storie quotidiane e di vita vissuta. Matteo comincia raccontandoci da dove nasce l’idea dell’album, dentro il quale c’è tutta la sua storia e tutto quello che ha vissuto, partendo appunto da Cinisello, il comune di Milano da cui viene e che diventa fonte di ispirazione. Grazie alle situazioni quotidiane che vive tutti i giorni e che mette per iscritto in un vero e proprio storytelling, racconta non solo di lui ma di tutto l’ambiente che lo circonda e delle persone che sono cresciute con lui. “Venendo dalla provincia e dalla periferia di una città così grossa come Milano, senti ancora di più il bisogno di emergere e di spaccare”, ci dice Vegas.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/yq3s9uVs4Yi209m2VFYoG0I272o=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/6resize.2018-03-22-21-45-54.jpg
Nel nuovo disco di Vegas Jones ci sono diverse collaborazioni importanti: nel brano “Brillo” ci sono Madman & Gemitaiz, in “Mamacita” c’è Gué Pequeno e in “Drive By”, bonus track della deluxe edition, c’è un featuring con Jenn Morel. “È successo tutto molto spontaneamente”, risponde Vegas, “Sono in ottimi rapporti con tutti loro, mi piacciono molto i featuring perché rispecchiano una certa personalità, anche se quelle dette da loro non sono parole mie. Li ho contattati in tutta spontaneità, perché volevo loro. Madman & Gemitaiz sapevo che potevano rappare forte in quel brano e Guè ha aggiunto qualcosa che mancava per completare il disco. Sono molto soddisfatto del lavoro che hanno fatto, era un progetto molto complicato e personale ma il risultato è stato ottimo”.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/3pbdETC_SGeuhrqIC7im44CWSe4=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/bellaria-vegas-jones-cover-ts1520386365.jpg
In “Bellaria”, oltre allo storico produttore di Vegas Jones Boston George, ci sono i nomi di tanti producer diversi come Joe Vain, Andry The Hitmaker, Kid Caesar e 2ndRoof x Explosive x Abaz. Matteo ci dice che il coinvolgimento di così tante personalità diverse parte tutto dalla musica e che sono tutti amici, molti vivono nelle stesse zone di Vegas e hanno condiviso con lui le stesse situazioni ed esperienze, soprattutto nell’ultimo periodo che è quello poi raccontato nell’album.

“C’è una grande intesa e condivisione, sia dal punto di vista sonoro che delle liriche. In più la loro presenza ha dato un senso di continuità rispetto al disco precedente, che è stato prodotto sempre da loro”.

Le idee del nuovo album risalgono dai tempi di “Chic Nisello”, ma la vera e propria scrittura è iniziata ad ottobre del 2017; Vegas si è chiuso a scrivere tre / quattro tracce a settimana chiudendo così la fase di scrittura in tempi molto stretti. La parte di registrazione è avvenuta in Italia, mentre il mixaggio negli Stati Uniti, a Los Angeles. Vegas Jones sottolinea che la parte di mixaggio non è stata fatta dagli americani, ma dalla sua squadra, da chi produce a chi fa i video, portando così il suo sound e il suo mood in America.

Aggiunge Vegas: “In questo album mi sono concentrato molto su me stesso, senza farmi influenzare da altri sound ma facendo un qualcosa di veramente originale e unico, riuscendo ad incastrare nel disco tutto me stesso”.

L’ultimo singolo uscito è Malibu, brano che racconta dell’amore di Vegas Jones per la California: “’Malibu’ l’ho scritta in inverno, in una serata di pioggia a Cinisello. Quando sono arrivato a Malibu era come se nella mia testa ci fossi già stato, il sogno diventa realtà, basta volerlo”.

Chiediamo a Vegas Jones l’importanza che hanno per lui le rime ed un modo classico di rappare che si è un po’ perso con la trap, ma lui si è comunque portato dietro: “Per quanto mi riguarda è fondamentale: la gente deve tornare a rappare. Quando nel 2016 è arrivata la nuova ondata francese, fatta di beat lenti, molti artisti italiani ci andavano dietro, ma io ho sempre seguito l’America, con le sue basi veloci. A me piace molto rappare, soprattutto durante le esibizioni, quando scrivo i testi li ragiono anche in ottica live, mi devono gasare, devono essere incalzanti”.

Matteo conclude dicendoci che dal 23 marzo prenderà il via l’instore tour di presentazione dell’album che coprirà più di venti città d’Italia, mentre per quanto riguarda il live tour, al momento non c’è in ballo ancora niente. Sicuramente ci sarà qualcosa più avanti, perché l’esibizione dal vivo e il contatto diretto con i fan è il momento preferito di Vegas Jones.

Qui di seguito potete ascoltare il disco:

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.