Steve Albini: undici suoi consigli che le band esordienti dovrebbero imparare a memoria (1 / 12)

Steve Albini: undici suoi consigli che le band esordienti dovrebbero imparare a memoria

Sono diverse le ragioni per adorare Steve Albini e per considerarlo uno dei personaggi più sottovalutati sulla scena rock internazionale negli ultimi trent'anni: il suoi lavori come musicista (con Big Black, Rapeman e Shellac) e come mago dello studio (con Nirvana e Pixies su tutti, ma anche con una miriade di band indipendenti di tutto il mondo, Italia compresa - Uzeda, Three Second Kiss e Zu, tanto per citarne qualcuna) parlano da soli, certo. A rendere unico il musicista nato in California ma residente a Chicago, tuttavia, è una cosa comprensibile anche chi la musica la vive non da addetto ai lavori: l'atteggiamento.

Passione, umiltà e realismo: sono queste le stelle polari che l'hanno guidato e che gli hanno permesso, in un'epoca di cambiamenti radicali che hanno visto precipitare dalle stelle alla polvere diversi sui colleghi, di restare un punto di riferimento per quanti pensino che un ecosistema musicale - chiamarla "discografia" sarebbe riduttivo, e non renderebbe giustizia alla sua visione, che è molto più ampia e ricca - diverso da quello che ci vendono tutti i giorni sia possibile.

Ecco perché, invece di mettere in fila le sue canzoni o registrazioni (perché lui "registra" i gruppi che in studio si mettono nelle sue mani, non li "produce") migliori, abbiamo scelto - specie a beneficio dei più giovani, che potrebbero non conoscerlo - di offrirvi una selezione di sue citazioni, nel tentativo di sintetizzare l'"Albini-pensiero" in una vademecum per una band o un artista che stia muovendo in primi passi nel magico e disgraziato mondo dello spettacolo. Non privatevi del piacere di leggerle, e di imparare qualcosa da uno che la storia del rock l'ha fatta davvero - e continua a farla - con una sobrietà e una competenza che oggi sono appannaggio di pochissimi: buon divertimento!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.