Sigur Ros scagionati dall'accusa di evasione fiscale: ‘Non abbiamo niente da nascondere’

Sigur Ros scagionati dall'accusa di evasione fiscale: ‘Non abbiamo niente da nascondere’

Dopo la notizia che sulle attività della band di Jónsi e compagni era stata aperta un’indagine per il sospetto di evasione fiscale ed erano stati loro congelati beni per il valore di 800 milioni di corone islandesi (oltre 650 milioni di euro), sembra essere tornato il sereno sui cieli d’Islanda. Apprendiamo infatti che i Sigur Ros hanno già ripagato il loro debito nei confronti dello stato islandese e che sono stati scagionati da ogni illecito.

Il gruppo ha attribuito la responsabilità dei mancati versamenti al suo contabile, negando di essere a conoscenza della cattiva gestione del suo patrimonio. Ha dichiarato il bassista Georg Hólm a The Reykjavik Grapevine: “Pensavamo di avere un buon rapporto con questo contabile, ci fidavamo pienamente di lui, ma poi si è scoperto che non aveva consegnato i documenti giusti al momento giusto. È un disastro completo del quale non avevamo alcuna conoscenza fino a quando non siamo stati informati dal Commissario”. I Sigur Ros hanno ribadito la propria innocenza con queste parole: “Non abbiamo nulla da nascondere e abbiamo fornito le informazioni pertinenti al direttore delle indagini fiscali per risolvere tutti i problemi”.

La band ha anche fatto sapere di aver trovato eccessivo il congelamento dei beni – appartenenti, per la maggior parte, al frontman Jónsi comprendono tredici proprietà, due motocicli, due auto, sei conti bancari e azioni in tre diverse società per un totale di 638 milioni di corone (oltre 4 milioni e mezzo di euro).

Per quanto riguarda il contabile del gruppo, egli lavorava per la PricewaterhouseCoopers per poi essersi spostato alla nuova impresa Ryni Endurskodun. I musicisti islandesi, clienti della società dal 2012, lo hanno seguito, rimanendo suoi assistiti, quando poi nel 2014 è stato loro notificato di non aver presentato dichiarazioni fiscali corrette nel periodo 2010-2014. Dall’anno successivo i Sigur Ros sono così passati alla società di contabilità Virtus procedendo all’adeguamento alle segnalazioni dell’agenzia delle entrate islandese. Proprio per la totale collaborazione dimostrata negli anni, la formazione dice di essere stata del tutto spiazzata dall’intervento di oggi della Direzione delle indagini fiscali.

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.