NEWS   |   Italia / 13/03/2019

Giulio Casale: dieci canzoni per conficcarsi in carne d’amore (1 / 11)

Giulio Casale: dieci canzoni per conficcarsi in carne d’amore

Giulio ‘Estremo’ Casale, uomo fatto di tendini e nervi, il 13 marzo compie 48 anni, e ne sono passati ben 28 da quando, nel 1991, con gli Estra, gruppo storico fondato con Eddy Bassan (basso), Nicola ‘Accio’ Ghedin (batteria) e Abe Salvadori (chitarra), comincia a (ri)scrivere le regole di un rock ruvido su cui innestare parole lucide ed esatte, schegge di poesia intima ed esistenziale con cui ingaggiare un furioso corpo a corpo con la lingua italiana, così povera di parole tronche che impattino all’unisono con le battute secche del rock. 
E dopo che il fuoco degli Estra divenne cenere, ecco il lavoro sul teatro-canzone sulle orme di Giorgio Gaber, e poi la carriera solista, e i reading, e i libri (poesie, romanzi, traduzioni, studi critici). E, su tutto, quella voce, quella voce che esce da tutto il corpo, voce che è corpo.
Giulio Casale, in dieci canzoni.

di Andrea Caponeri (a cura di www.lisolachenoncera.it)