Addio a Peppino Principe, il maestro della fisarmonica aveva 90 anni

Come riporta l’Ansa, è morto questa notte all'età di 90 anni, in un ospedale di Fermo, nelle Marche, il maestro Peppino Principe, tra i migliori fisarmonicisti al mondo. Era nato il 5 settembre 1927 a Monte Sant'Angelo, in Puglia.

E’ stato tra i fondatori dello Zecchino d'Oro, nel 1961 ha ricevuto l'Oscar Mondiale della Fisarmonica e nel 1964 l'Ambrogino d'Oro. Ha accompagnato con la sua fisarmonica Domenico Modugno e la sua "Dio come ti amo" al festival di Sanremo 1966.

Tra i fautori del jazz made in Italy, ha venduto più di 20 milioni di dischi nel mondo e ha ricevuto una decina di cittadinanze onorarie. "Al Maestro Peppino Principe sarà dedicato l'Auditorium cittadino", annuncia Pierpaolo d'Arienzo, il sindaco della città natale Monte Sant'Angelo. "Ha portato la nostra Città nel mondo e non ha mai dimenticato - aggiunge il sindaco - le sue origini. La città gli sarà sempre grata".

Caricamento video in corso Link
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.