Fyre Festival: più di 150mila dollari spesi per uno yacht per i Blink 182, che rinunciano al concerto

Fyre Festival: più di 150mila dollari spesi per uno yacht per i Blink 182, che rinunciano al concerto

La scorsa edizione del Fyre Festival, la kermesse musicale di lusso che avrebbe dovuto occupare due weekend di aprile e maggio per essere invece poi annullata dopo il finesettimana inaugurale, è stata un completo disastro. Oltre a cancellare il seguito dell’evento dopo che molti partecipanti erano già arrivati sull’isola delle Bahamas che ospitava il festival, Great Exuma, gli organizzatori, Billy McFarland e il rapper Ja Rule, di errori ne hanno fatti parecchi altri, a cominciare dal fatto di non aver provveduto a fornire agli avventori adeguati servizi igienici e un alloggio in linea con l’offerta acquistata dai partecipanti. Come risultato, la società dietro all’evento, Fyre Media, è stata costretta al fallimento e gli organizzatori sono coinvolti in diverse azioni legali per il risarcimento dei danni.

Ora il Washington Post è entrato in possesso di nuovi documenti che raccontano come McFarland, pur non avendo reso possibile l’utilizzo di servizi di base da parte dei frequentatori del festival, avrebbe speso più di 150mila dollari per uno yacht destinato ai Blink 182, headliners dell’evento. Qualche settimana prima dell’inizio del festival, la band di Tom DeLonge, Mark Hoppus e Travis Barker aveva poi deciso di annullare il concerto perché dubbiosa che l’organizzazione avrebbe potuto garantire lo svolgimento della performance: “Non siamo sicuri di poter avere quello di cui abbiamo bisogno per darvi la qualità delle esibizioni che garantiamo sempre ai fan”, aveva fatto sapere il gruppo.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.