David Byrne, il rimpianto di non aver coinvolto delle donne nell’ultimo disco: ‘Grazie a chi me lo ha fatto notare, per me è molto importante’

David Byrne, il rimpianto di non aver coinvolto delle donne nell’ultimo disco: ‘Grazie a chi me lo ha fatto notare, per me è molto importante’

Il già frontman dei Talking Heads è tornato sulle scene con il suo ultimo album solista “American Utopia”, in uscita il prossimo 9 marzo, e a partire dagli spunti che gli sono stati proposti dai suoi fan ha condiviso un’ampia riflessione su un aspetto particolare del disco. Al centro della considerazione di David Byrne, diffusa attraverso il suo account Instagram, c’è la mancanza che l’artista si rimprovera: il non aver coinvolto nessuna donna nella realizzazione di un disco che ha visto la collaborazione di parecchi musicisti e produttori. “La mancanza di rappresentanza è qualcosa di problematico e diffuso nella nostra industria. Rimpiango di non aver assunto delle donne e di non aver collaborato con loro in questo disco – è ridicolo, non è quello che sono e certamente non combacia con il modo in cui ho lavorato nel passato”, ha scritto Byrne, sottolineando come nemmeno nel tour siano presenti rappresentanti del gentil sesso, “rendendomi ancora più negligente”.

Nelle prime righe, la voce di “This Must Be The Place” spiega come la faccenda gli sia stata fatta notare da chi segue i suoi lavori, dopo che Byrne aveva reso noti i nomi di tutti i collaboratori del progetto “American Utopia”. La nota non ha infastidito Byrne, tutt’altro: “Voglio ringraziare quelli di voi che mi hanno scritto per portare l’attenzione su questo – per me è molto importante”. In chiusura, l’artista ribadisce ulteriormente la sua gratitudine, accennando anche alla campagna #MeToo, con queste parole:

Sono felice che viviamo in un momento in cui questa conversazione sta avendo luogo. È difficile realizzare che non ha importanza quanto sforzo tu convogli nello spingere il mondo verso quella che speri sia la giusta direzione, a volte sei parte del problema.  Non ho mai pensato di poter essere “uno di quei ragazzi”, ma mi sa che sotto certi punti di vista lo sono. La vostra risposta serve da correttivo. Grazie.

L’ex leader dei Talking Heads si esibirà in Italia i prossimi 19, 20 e 21 luglio rispettivamente a Ravenna, Perugia e Trieste.

 

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.