Robin Thicke, tutti i guai di ‘Blurred Lines’ (1 / 9)

Robin Thicke, tutti i guai di ‘Blurred Lines’

Nato il 10 marzo 1977: auguri Robin! -, il cantautore e attore californiano, figlio di quell’Alan Thicke che nella serie “Genitori in blue jeans”, della quale è produttore, interpreta la parte del signor Jason Seaver, inizia molto giovane a comporre canzoni per le star del pop, per poi debuttare come cantautore nel 2003. È però dieci anni più tardi che Thicke, con il suo sesto album, raggiunge il successo mondiale e lo raggiunge soprattutto grazie a una canzone, “Blurred Lines”, scritta con Pharrell Williams e con il rapper T.I., che dà il titolo al disco. Insieme alla popolarità, il brano – nel 2014 è il singolo più scaricato di tutti i tempi nel Regno Unito e ad oggi più volte disco d’oro e di platino in diversi paesi (in Francia è anche diamante) – porta all’artista anche parecchi guai. Nelle pagine che seguono, proviamo a raccontarvi la fenomenologia del volto più sfortunato di “Blurred Lines”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.