Hip Hop Weekly: la settimana della scena hip hop secondo Hotmc

Hip Hop Weekly: la settimana della scena hip hop secondo Hotmc

Il fatto della settimana: La ristampa di “SxM”

Tra i tanti effetti dell'improvvisa impennata di popolarità del rap italiano, ce n'è anche uno che potremmo in qualche modo considerare collaterale: il collezionismo di dischi d'annata. Per chi non avesse familiarità con la materia, infatti, la scena hip hop italiana mosse i suoi primi passi negli anni '80, con moderati picchi di popolarità attorno alla metà degli anni '90 e ai primi anni '00. Anche nei periodi più floridi, però, la maggior parte degli album e dei singoli erano prodotti da minuscole etichette indipendenti, o addirittura autoprodotti, e di solito venivano stampati in poche centinaia di copie, oggi introvabili. Chi ha avuto la fortuna di acquistarli all'epoca oggi si ritrova tra le mani un tesoro. I prezzi sono ormai saliti alle stelle, e la loro compravendita – nei mercatini, ma soprattutto online, grazie a gruppi Facebook o rivenditori specializzati – è regolamentata da dettagliate quotazioni. E molti rapper attivi in quegli anni, avendo captato il grande interesse del pubblico, si stanno affrettando a ristampare in pregiati vinili 180 grammi i loro album storici.

Il Santo Graal dei dischi di hip hop italiano è senza dubbio “SxM”, primo e unico capolavoro ad opera dei Sangue Misto, trio formato da Deda, Neffa e dj Gruff. Uscito nel 1994 in poche centinaia di copie (all'epoca vendette pochino, tra l'altro), divenne negli anni oggetto di culto, ma gli autori non vollero mai ristamparlo su larga scala. Nel 2005 una piccola etichetta indipendente acquistò il master e lo ristampò in cd, ma contro la volontà del gruppo e senza la possibilità di usare le grafiche originali; anche in questo caso andò a ruba. Assente dalle piattaforme streaming e da iTunes nell'edizione autorizzata, come prodotto fisico negli anni è diventato quasi inavvicinabile, soprattutto nella sua versione in vinile. Ad oggi la prima stampa è quotata attorno ai 500 euro, e addirittura supera i 1000 se si tratta di una copia sigillata.

Comprensibile quindi che quando Tannen Records, etichetta italiana rinomata per le ristampe in vinile di dischi hip hop, ha annunciato la prima e unica ristampa autorizzata dagli autori di “SxM”, si sia scatenato l'inferno. Il vinile, in edizione limitata e numerata, è disponibile in due versioni: standard (2000 copie in vendita a 33 euro) e deluxe (1000 copie, 63 euro). Il preordine partiva il 13 febbraio alle 11.00 del mattino e per evitare l'assalto dei reseller era possibile acquistare solo una copia a testa, ma nel giro di breve i server hanno ceduto sotto il peso delle migliaia di accessi contemporanei. Risultato: nonostante i tentativi di riaprire le vendite, il sito di Tannen è andato in crash varie volte e molti acquirenti non sono riusciti a completare l'acquisto.

Le poche copie ancora disponibili dovrebbero essere rimesse in preordine oggi, lunedì 19 febbraio, sperando nella tenuta dei server, ma nel frattempo piovono critiche (piuttosto discutibili, a dire il vero) all'etichetta e al gruppo, accusati di voler speculare: la pietra dello scandalo sarebbe la presenza di appena due copie su Discogs, il più importante mercato musicale online per i collezionisti di dischi, che due privati vorrebbero già rivendere a prezzi incredibilmente maggiorati. Polemiche a parte, comunque, la speranza dei fan è che successivamente il vinile possa essere ristampato in una versione non numerata, ma per ora i diretti interessati non si sbilanciano. La buona notizia, però, è che è di nuovo disponibile su tutte le piattaforme digitali, compresa Spotify.

 

Il personaggio della settimana: Beba, The Essence e Comagatte
Si parla sempre troppo poco delle rapper italiane, a cui spesso viene rubata la scena dai colleghi maschi. Quella passata, però, è stata una settimana molto florida per le ragazze. A inaugurare le danze è stata Comagatte, giovanissima mc di Molfetta, già molto conosciuta e apprezzata anche all'estero: il singolo “A D'Oro” è prodotto da Honiro Label, la stessa etichetta indipendente di Ultimo, vincitore di Sanremo nella categoria Nuove Proposte. A seguire è arrivata la doppietta di Beba e The Essence, una team di rapper (torinese) e producer (napoletana) tutto al femminile: “3ND” è un'autoproduzione, ma con le carte in regola per arrivare molto lontano. Segnaliamo anche che il 9 marzo è in programma una jam tutta al femminile, Ladies First, organizzata dalla crew milanese Fly Girls, con le migliori esponenti della scena italiana che si cimenteranno in tutte e quattro le discipline dell'hip hop, dal rap alla breakdance, dal writing al djing.
    
Il video della settimana: La vittoria mondiale di Damianito al Red Bull 3Style
Da qualche anno, ormai, una delle competizioni più importanti al mondo per i dj hip hop è il Red Bull 3Style, che si contende la palma con lo storico DMC World Championship (per fare una metafora sportiva, immaginatevi che il primo sia il Mondiale e il secondo l'Olimpiade, insomma). La finale mondiale del Red Bull 3Style 2018 ha avuto luogo la settimana scorsa a Cracovia, e ad aggiudicarsi la vittoria è stato il ventisettenne materano Damianito, che la giuria ha incoronato come migliore in assoluto per tecnica, stile, scelta musicale e attitudine. Questo è il video della sua incredibile routine.


    
Marta Blumi Tripodi (Hotmc)


Questa notizia è stata realizzata per Rockol da Hotmc. Hotmc.com è il più longevo web magazine italiano sulla cultura hip hop e la musica urban: fondato nel 1998, festeggia quest'anno i vent'anni ininterrotti di attività. La redazione segue quotidianamente le vicende che riguardano la scena hip hop italiana e estera, nonché tutte le varie ramificazioni della musica black, con interviste, recensioni, news e approfondimenti su rap, R'n'B, reggae, writing, breakdance, djing, attualità, cinema, fumetti e moda.

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.