Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Pop/Rock / 04/02/2018

Super Bowl, tutte le volte che il concerto dell'intervallo ha fatto parlare più della partita: i casi Timberlake/Jackson, Madonna/MIA, Prince, Katy Perry e Red Hot Chili Peppers - VIDEO (3 / 6)


Nel 2012 Madonna, artista alla quale fu affidato lo show dell'intervallo dell'annuale Super Bowl, ospitò sul palco della finale dell'NFL la collega MIA: l'artista britannica di origini cingalesi, verso la fine della strofa affidatole nell'esecuzione del brano "Give Me All Your Luvin’", pronunciò al microfono al parola "shit" ("merda") mostrando il dito medio alla telecamera. La NFL fu costretta a scusarsi pubblicamente per non aver "bippato" l'improperio e per non aver pixelato il gestaccio, e cercò di rivalersi sulla cantante chiedendole la bellezza di oltre 16 milioni di dollari a titolo di risarcimento danni, oltre a un milione e mezzo di dollari per aver violato i termini del contratto stipulato in sede di ingaggio. MIA rispose per le rime, definendo la vicenda "un'enorme perdita di tempo e soldi, e una dimostrazione di forza di una grossa e inutile corporation".