David Byrne spiega perché non è interessato a una reunion con i Talking Heads

David Byrne spiega perché non è interessato a una reunion con i Talking Heads

David Byrne ha parlato con il magazine statunitense Rolling Stone oltre che di "American utopia" - il nuovo album che tra poco più di un mese raggiungerà il mercato - anche dei motivi per i quali non ha alcuna intenzione di promuovere una riunione della sua vecchia band, i Talking Heads scioltisi nel 1991.

Questo il pensiero del 65enne musicista: “C’è sempre molto da fare. Vedo ciò che accade alle altre persone quando fanno le loro reunion che poi si trasformano in seconde reunion e poi in terze reunion. Per alcuni come i Pixies è diverso, stanno conquistando ora il pubblico che già si meritavano secoli fa. Ma moltissimi altri mi pare che non abbiano nulla di nuovo da dire è soltanto un esercizio di nostalgia e questo non mi interessa”.

Il prossimo 9 marzo uscirà il nuovo album di Byrne “American utopia”. Il tour che seguirà alla pubblicazione del disco farà tappa per tre concerti anche in Italia nel mese di luglio.

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.