Classifiche UK, Ciara nega il terzo numero 1 di fila ad Elvis Presley

Classifiche UK, Ciara nega il terzo numero 1 di fila ad Elvis Presley
Niente secondo le previsioni. Si riteneva che anche "A fool such as I" di Elvis Presley avrebbe esordito al primo posto della classifica britannica dei singoli, come del resto accaduto nelle due settimane precedenti con "One night/I got stung" e "Jailhouse rock", e invece il terzo estratto ha dovuto cedere il passo a "Goodies" della star R&B statunitense Ciara. Da sottolineare però il fatto che le riedizioni dei singoli del King sono veramente "limited edition" e che alcuni negozi si lamentano del fatto che gliene vengano consegnate due sole copie. Comunque sia, "A fool such as I" debutta al numero 2, subito prima di altre quattro nuove entrate piuttosto eccitanti. Si tratta di "Galvanize" dei Chemical Brothers (numero 3), primo Top 5 del duo dai tempi di "Hey boy hey girl" del giugno 1999; poi di "Wires" (4) degli Athlete (precedentemente il meglio che erano riusciti a fare era stato "El Salvador", numero 31 nell'aprile 2003); quindi di "Tumble and fall" dei Feeder, primo estratto dal nuovo album "Pushing the senses", del quale già si dicono meraviglie; ed infine di "Breathe in" (numero 6) di Lucie Silvas. "Somebody told me" dei Killers scende dal 3 al 7, "Out of touch" degli Uniting Nations risale dal 9 all'8, "Take me away" degli Stonebridge (al microfono la svedese Therese) entra al 9, chiude "Staring at the Sun" siglata Rooster. "Time is my everything" di Ian Brown, in questi giorni fortemente in polemica col suo vecchio compagno John Squire, debutta al 15. I Manic Street Preachers sono autori di uno spettacolare capitombolo: il loro "Empty souls", al 2 la scorsa settimana, in questa frana al 26.
Per quanto riguarda gli album, "Hot fuss" dei Killers si riconferma al vertice. Invariata l'intera Top 5: l'omonimo degli Scissor Sisters è al 2, "American idiot" dei Green Day al 3, l'omonimo dei Kasabian al 4 ed un altro omonimo ancora, quello dei Franz Ferdinand, al 5. Risale dal 7 al 6 l'ormai veterano "Hopes and fears" dei Keane, scende di una tacca ed è settimo "Songs about Jane" dei Maroon 5, spettacolare rimonta di "O" di Damien Rice, che rimbalza dal 24 all'8. Chiudono "Encore" di Eminem (9) e "Love, angel, music, baby" di Gwen Stefani.
Dall'archivio di Rockol - Elvis e la data di nascita del rock 'n' roll
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.