USA, si chiude la battaglia legale su 'We Shall Overcome': l'inno della lotta per i diritti civili è diventato di dominio pubblico

Si è chiusa extragiudizialmente la causa tra la società di edizioni Ludlow Music e la We Shall Overcome Foundation circa il copyright di "We Shall Overcome", traditional americano reso celebre dall'interpretazione di Joan Baez nella versione codificata da Pete Seeger (nella foto) all'inizio degli anni Sessanta: il diritto d'autore sulla canzone - originata da un gospel scritto agli inizi del secolo scorso da un reverendo di Filadelfia, Charles Albert Tindley - è divenuto di pubblico dominio dopo che la Ludlow Music, che nel '63 aveva depositato il brano in una versione differente da quella proposta da Seeger, ha rinunciato a portare avanti il procedimento che sarebbe arrivato in tribunale il prossimo 5 febbraio. Come riferito dal New York Times, la società di edizioni ha rinunciato alla causa dopo essersi accorta di avere speso di più per difendere legalmente la propria posizione di quanto guadagnato coi diritti della canzone.

Caricamento video in corso Link

Come richiesto dalla controparte, la Ludlow Music devolverà in beneficenza - all'Highlander Research and Education Center, in Tennessee, ente fondato dalla stessa We Shall Overcome Foundation - quanto guadagnato in royalties da deposito del brano a oggi.

Il caso è molto rilevante perché potrebbe aprire la strada a processi analoghi su altri classici, come già successo nel 2015 a "Happy Birthday": nel caso, standard e traditional potrebbero essere usati da terzi per operazioni discografiche o sincronizzazioni senza l'obbligo di corrispondere al titolare del copyright il compenso dovuto per legge.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.