NEWS   |   Pop/Rock / 28/01/2018

Grammy Awards 2018, il gran rifiuto degli Avenged Sevenfold: 'Si fottano: mettono il rock ai margini'

Grammy Awards 2018, il gran rifiuto degli Avenged Sevenfold: 'Si fottano: mettono il rock ai margini'

Benché sia riconosciuta più o meno da tutti come la "music's biggest night", quella dei Grammy Awards 2018 - che inizierà tra poche ore al Madison Square Garden di New York - non è la notte alla quale tutti anelano. Si prendano, per esempio, gli Avenged Sevenfold: la band di Huntington Beach, California, è in lizza nella categoria "Best Rock Song" (insieme a Metallica, Foo Fighters, K.Flay e Nothing More) con la title track del loro ultimo album, "The Stage". Eppure, nessuno degli elementi del gruppo sarà presente alla cerimonia di assegnazione, che - per la cronaca - avrà luogo nella tranche di cerimonia non trasmessa in TV dalla CBS ma durante la "Premiere ceremony", il cosiddetto pre-telecast visibile in diretta in streaming gratuito sul sito ufficiale della manifestazione.

La ragione del gran rifiuto è stata spiegata dal frontman della formazione M. Shadows al conduttore di Sirius XM Eddie Trunk. Il cantante ha definito la scelta "una protesta", o - meglio: "Non esattamente una protesta. Però [gli organizzatori] si fottano. Quanto è stato messo ai margini, il rock, se alla categoria 'miglior canzone rock' vengono dedicati due minuti, nemmeno trasmessi in TV?". Shadows ha poi spiegato a Trunk che una trasferta della band - che al momento è in tour nel cuore degli USA, tra South Dakota e Oklahoma - al completo a New York sarebbe costata, tra voli e alloggi, intorno ai 150mila dollari. "E loro tolgono la premiazione della 'migliore canzone rock dell'anno' dalla diretta televisiva per metterci in un posto del quale a nessuno frega un cazzo?", ha argomentato Shadows: "Ma vada affanculo questa perdita di soldi e di tempo".

Scheda artista Tour&Concerti
Testi