Dave Holland (Judas Priest), il ricordo della band: ‘Gli saremo per sempre grati’

Dave Holland (Judas Priest), il ricordo della band: ‘Gli saremo per sempre grati’

“È con grande dispiacere che veniamo a sapere della morte di Dave Holland”. Il gruppo heavy metal britannico, fondato dal chitarrista K. K. Downing e dal bassista Ian Hill, ha così commentato, attraverso un comunicato, la scomparsa di Dave Holland, che dei Judas Priest fu batterista dal 1979 al 1989, per poi fondare, con Glenn Hughes e Mel Galley, i Trapeze. La band aggiunge poi:

Nonostante le sue azioni da quando ha lavorato con la band il suo tempo con noi è stato tra i più produttivi e di successo nella carriera della band e Dave ne era parte integrante e già solo per questo se ne sentirà la mancanza.

La dipartita del batterista, avvenuta lo scorso 16 gennaio, è stata resa nota, prima di tutti, dalla stampa spagnola. Proprio in Spagna il musicista risiedeva, dopo essere stato condannato a otto anni in Gran Bretagna per tentato stupro.

Downing, chitarra dei Judas Priest, uscito dalla band nel 2011 per essere sostituito da Richie Faulkner, si è a sua volta espresso in ricordo di Holland:

Dave era un amico solido nella vita e un musicista solido sia sul palco e sia in studio. Avrò cari i molti concerti che abbiamo suonato insieme e gli album che abbiamo fatto e sarò sempre grato all’indelebile contributo che Dave ha dato ai Judas Priest.

La band britannica è attualmente al lavoro al nuovo album “Firepower”, previsto sul mercato dal prossimo 9 marzo. Uno dei primi brani estratti, “Lightning Strike” ve lo avevamo fatto ascoltare qui.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
26 giu
Judas Priest in concerto
Ospite di: Ozzy Osbourne
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.