Da riscoprire: "The best of Sade"

Da riscoprire: "The best of Sade"

Sei album di grande successo, 50 milioni di dischi venduti nel mondo, singoli al numero uno in ogni parte del globo, il titolo di Officer of the Order of the British Empire. E pensare che Sade Adu aveva iniziato a cantare senza grande convinzione, unendosi a un gruppo chiamato Pride con l’idea di venire sostituita prima o poi da una “vera cantante”. La vera cantante era lei e il mondo scoprì immediatamente il fascino del suo stile elegante e soft. E così dai Pride nacquero gli Sade, che fin dal nome annunciavano la centralità della vocalist. La loro musica rispecchiava la natura interrazziale dell’Inghilterra anni ’80. 
GUARDA LA PAGINA DEDICATA A SADE E PRE-ASCOLTA GLI ALBUM CHE PREFERISCI

La stessa Sade era figlia di un nigeriano e di un’inglese, era nata a Ibadan e si era trasferita con la famiglia nel Regno Unito quando aveva 4 anni. L’amore del gruppo per il soul e il R&B americani, e per il lato più soft della fusion, aveva una lunga serie di precedenti nel Regno Unito, ma Sade sapeva trasformare questa passione in uno stile singolare, una miscela sofisticata che nel giro di pochi anni sarebbe diventata sinonimo di buon gusto, seduzione ed eleganza.
È una storia raccontata benissimo dall’antologia del 1994 “The Best of Sade”, a partire dai primi, memorabili successi.

CONTINUA A LEGGERE LA RECENSIONE DI "THE BEST OF SADE" SUL SITO DI LEGACY​

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.