NEWS   |   Pop/Rock / 10/01/2018

Paul McCartney: "Il futuro della musica è in pericolo"

Paul McCartney: "Il futuro della musica è in pericolo"

In Gran Bretagna Paul McCartney, come riporta l'NME, ha lanciato il suo allarme sul futuro della musica che è più che mai in pericolo e si è schierato in appoggio a una campagna parlamentare che mira a salvare dalla chiusura i locali in cui si fa musica.

L’ex Beatles ha dato il suo sostegno all'iniziativa UK Music promossa dal parlamentare laburista John Spellar presentata oggi alla Camera dei Comuni nel tentativo di attuare il principio dell’"Agente di cambiamento" nella legge britannica. Se fosse implementato questo principio si costringerebbe, prima di procedere con i vari business, a tenere conto dell’impatto di questi sulle attività preesistenti, come ad esempio i locali in cui si suona.

Parlando della campagna, McCartney ha promesso il suo pieno sostegno al disegno di legge proposto da Spellar dichiarando: "Senza i club, i pub e i piccoli locali la mia carriera nella musica sarebbe stata molto diversa. Se non supportiamo la musica a quel livello, il futuro della musica in generale è in pericolo".

Tra quanti hanno pubblicamente dato il loro supporto a questo disegno di legge ci sono, tra gli altri, il batterista dei Pink Floyd Nick Mason e il cantautore Billy Bragg.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi
BEATLES
Scopri qui tutti i vinili!