Joan Baez compie 78 anni: buon compleanno all’’Usignolo di Woodstock’ (1 / 11)

Joan Baez compie 78 anni: buon compleanno all’’Usignolo di Woodstock’

Quando alla fine degli anni Cinquanta Joan Baez è incoronata “Regina del folk” dalla scena di Cambridge, cittadina universitaria del Massachussetts, prima, e dall’America intera, poi, il suo re non poteva essere che uno, quel Robert Zimmermann che lei stessa ha contribuito a rendere grande e che con il nome di Bob Dylan avrebbe fatto la storia della musica. Nella fucina artistica che era il Greenwich Village di New York nel 1961, la bella folksinger di origini messicane, che all’epoca aveva già fatto il suo debutto nel mercato discografico, incontra Dylan per la prima volta, ma è due anni dopo, quando lui le canterà “With God on Our Side” al Club 47 di Cambridge, che le strade di Zimmerman e dell’”Usignolo di Woodstock” iniziano i loro intrecci. Arte e sentimenti fanno tutt’uno quando nell’estate del ’63 i due cantano insieme al Festival di Newport e poco dopo Joan Baez invita il suo “little vagabond” ad accompagnarla nel tour nel Nord Est degli States, che vede il suo culmine nell’esibizione dei due pesi massimi del folk durante la leggendaria marcia su Washington del 28 agosto 1963, la stessa che farà da scenario a Martin Luther King, che ai 250mila manifestanti aveva una sola cosa da dire: “I have a dream”. Dal ’65 i rapporti tra Baez e Dylan cominciano a deteriorarsi, fino a quando la cantante, che inizia a fare i conti con un raffreddamento della sua carriera, chiede al menestrello in vorticosa ascesa di condividere il tour europeo di Dylan, così da essere introdotta, al suo fianco, al pubblico del Vecchio Continente, ma rimarrà delusa. Parecchi anni dopo, i due torneranno a esibirsi insieme, negli anni ’70 e ’80, ma anche in quei casi le cose non andarono molto meglio.

Oggi che una grandissima voce compie 78 anni noi, però, di questo proviamo a dimenticarcene e lasciamo spazio alla nostalgia, ripercorrendo, nelle pagine che seguono, i duetti che hanno unito i nostri. Buon ascolto e buon compleanno a colei che, riportando le parole di un Bob Dylan forse poco riconoscente ma senza dubbio suo grande ammiratore, “scacciava gli spiriti malvagi, cantava con una voce diretta a Dio…tutto quello che faceva funzionava”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.