Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Metal / 31/12/2017

Bruce Dickinson (Iron Maiden): ‘Non si tratta solo degli ebrei: siamo a un passo da Auschwitz’

Bruce Dickinson (Iron Maiden): ‘Non si tratta solo degli ebrei: siamo a un passo da Auschwitz’

Nel 1984 gli Iron Maiden hanno fatto tappa anche in Polonia durante il loro “Powerslave” tour. In quell’occasione, i componenti della band heavy metal hanno fatto visita a ciò che resta del campo di concentramento di Auschwitz. Bruce Dickinson – voce del gruppo dal 1981 al 1993, e poi ancora dal 1999 ad oggi – ha parlato con Newsweek di questo “spaventoso luogo”:

Il ragazzo polacco che ci ha portati in giro va là sempre, ed era come se si stesse chiedendo “come può qualcuno fare questo?”. Non ho potuto rimanere là per più di un paio d’ore. […] Puoi sentire l’odore della malvagità del luogo.

Anche a distanza di tempo, la voce degli Iron Maiden fatica a ripercorrere i ricordi della visita:

Quel terrore, io credo, è la paura segreta che tutti noi potremmo essere dei tali mostri nel profondo. Ho i brividi anche solo a pensarci… Ho pianto molto dopo la visita.

Dickinson ha poi proposto una riflessione sulla situazione in cui versa il mondo di oggi:

Pensiamo tutti di essere dei moderni uomini del 21esimo secolo ma siamo solo a un passo da Auschwitz e non solo con gli ebrei.

Per poi aggiungere:

Qualcosa di equivalente succede ogni giorni nel mondo, ogni singolo giorno. Pensi “a che punto iniziamo a evolverci?” e poi succede qualcosa di folle, come Las Vegas, e ti fa domandare: “Che problema hanno gli essere umani? Siamo capaci di are questo?”.

Il cantante ha raccontato dell’episodio anche nelle suo libro “What Does This Button Do”, uscito lo scorso ottobre.

Gli Iron Maiden si esibiranno in Italia la prossima estate in occasione del “Legacy Of The Beast World Tour”: il 16 giugno al Firenze Rocks, il 9 luglio all’Ippodromo Snai San Siro di Milano e il 17 luglio di piazza dell’Unità d’Italia, a Trieste.

 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi