Vice Media e gli scandali sessuali

Stando a quanto riportato nella lunga inchiesta pubblicata lo scorso 23 dicembre dal New York Times, la nota testata digitale internazionale Vice Media è stata protagonista di diversi scandali a sfondo sessuale.

Il rapporto del Times descrive nel dettaglio come Vice e alcuni suoi alti dirigenti abbiano promosso nel corso degli anni una cultura aziendale misogina e maschilista in cui le donne si sentivano spesso degradate o a disagio. Alcune ex dipendenti hanno raccontato di aver subito delle avance non corrisposte da colleghi e superiori e di essere state messe sotto pressione dai loro diretti responsabili per avere dei rapporti sessuali.

In una lunga dichiarazione pubblicata lo scorso sabato mattina sul sito di Vice, i cofondatori Shane Smith e Suroosh Alvi hanno ammesso che:

Come azienda abbiamo fallito nel tentativo di creare un ambiente di lavoro sicuro e inclusivo in cui tutti, specialmente le donne, possano sentirsi rispettati e prosperare

Il quotidiano statunitense Times dice di aver parlato con più di 20 donne che affermano di aver subito molestie sessuali o di averle viste subire da altre. A novembre, il Daily Beast ha pubblicato un rapporto che descrive un ambiente di lavoro “tossico” per le donne che ha portato alla sospensione e, successivamente, al licenziamento, di Jason Mojica, il capo dell'unità dei documentari di Vice, in seguito alle accuse di molestie sessuali.

Tra i tanti casi riportati nell’inchiesta del Times c’è quella di una ex dipendente che è stata pagata 135.000 $ dopo aver dichiarato di essere stata licenziata per aver rifiutato una relazione con Andrew Creighton, presidente di Vice Media. L'ex giornalista di Vice Londra Joanna Fuertes Knight è stata pagata 24.000 $ lo scorso gennaio dopo aver dichiarato di essere stata vittima di molestie sessuali, bullismo e discriminazione razziale e di genere da parte del produttore di Vice Rhys James. Vice ha poi detto al Times di aver licenziato James a novembre.

Un ulteriore caso riguarda la scrittrice Jessica Hopper che è stata pagata 25.000 $ nel 2003. Hopper afferma che la rivista Vice ha modificato una sua intervista, condotta con il rapper Murs, per far sembrare che lei avesse accettato di fare sesso con il rapper; quando invece la Hopper sostiene di non averlo mai fatto.

Nella dichiarazione pubblicata sabato, Smith e Alvi hanno riconosciuto che:

Elementi culturali del nostro passato, disfunzioni e cattiva gestione sono stati autorizzati a prosperare senza controllo

Ora, Vice sta prendendo alcuni provvedimenti per riformare la cultura aziendale e ha introdotto diverse nuove politiche nelle ultime settimane: ha istituito un comitato consultivo composto dall'attivista femminista Gloria Steinem. In aggiunta a questo, un alto profilo di dirigenti e avvocati di sesso femminile suggeriranno cambiamenti per creare una cultura “del posto di lavoro” più diversificata e inclusiva.

Vice ha anche affermato che sta lavorando per raggiungere la parità salariale entro la fine del 2018 e ha istituito una linea diretta per consentire ai dipendenti di segnalare in modo anonimo i problemi, comprese le molestie sessuali.

Dall'archivio di Rockol - Virtual Time, 'Waves Are Calling' #Nofilter per Rockol
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.